Gioved 18 Luglio22:17:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Elezioni Santarcangelo, la presentazione delle liste a sostegno del candidato Samorani il 27 aprile

Appuntamento alle 17.30 al caffè Roma di piazza Ganganelli. La nota del candidato sindaco

Attualità Santarcangelo di Romagna | 17:38 - 25 Aprile 2019 Il candidato sindaco Domenico Samorani Il candidato sindaco Domenico Samorani.

Le liste a sostegno del candidato sindaco di Santarcangelo Domenico Samorani si presentano sabato 27 aprile presso il caffè Roma in piazza Ganganelli, alle 17.30. Si tratta delle liste "Un bene in comune" e "Santarcangelo in Comune". Per l'occasione è previsto un aperitivo e musica con dj set.

NOTA DEL CANDIDATO SINDACO SAMORANI. Se hai un sogno significa che puoi realizzarlo, il mio sogno è restituire la città alle persone a prescindere dai loro distintivi. La vera risorsa di un paese sono le persone. Questa amministrazione ha diviso il paese, ha diviso le persone, creando dei cittadini di serie A e di serie B. 

Ha ragione il sindaco uscente quando dice che a Santarcangelo occorre un sindaco a tempo pieno! Io me lo posso permettere, dopo 35 anni di lavoro vado in pensione e lascio un gruppo autonomo, giovane e qualificato.

Basta con queste ipocrisie, la storia recente delle amministrazioni PD in Romagna è fatta da sindaci-medici (Il dott. Rusticali, il dott. Ravaioli...)

Viceversa vorrei ricordare una grande verità. Come ci ha detto Mons. Lambiasi qualche tempo fa in Collegiata, parlando ai politici: "Il vero politico dimostra competenza e professionalità senza mai diventare un 'professionista della politica'. Se è giovane e disoccupato, si troverà prima un lavoro e solo dopo si impegnerà in politica".

Non si vive di politica! Il lavoro forgia le persone, perché è una palestra dove si soffre e si impara ad ascoltare.

Chi mi conosce sa che quando inizio una cosa la porto sempre a termine con il massimo dell’impegno e dando tutto il tempo che essa richiede. La politica non può essere un mestiere, ma è la forma più alta di servizio. In 35 anni di lavoro ho svolto un servizio per tutti i cittadini che avevano un bisogno, ho servito il bene comune. 

In questi mesi ho girato in lungo e in largo le periferie di questa città e ho incontrato comitati che sono sorti per mancanza di ascolto da parte dell’amministrazione. 

Mi chiedo poi: per quale motivo il sindaco uscente non vuole che si parli dell’ospedale? Io vado in pensione, quindi non ho alcun interesse personale, ma Alice Parma non vuole parlarne, perché  il PD ha svenduto il futuro dell’ospedale.

Tutti quelli che sperano di poter far qualcosa per Santarcangelo, dando “una mano” ad Alice Parma, sappiano che nella rete del partito-azienda c’è posto solo per gli “utili idioti” (Gramsci). 

Il giorno della liberazione sia di buon augurio per tutti i santarcangiolesi.