Gioved 23 Maggio13:47:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Elezioni San Leo, la squadra del candidato sindaco Leonardo Bindi

Attualità San Leo | 17:28 - 25 Aprile 2019 Cinque uomini e cinque donne, quattro under 35 (due poco più che ventenni), un assessore e due consiglieri uscenti Cinque uomini e cinque donne, quattro under 35 (due poco più che ventenni), un assessore e due consiglieri uscenti.

Il candidato sindaco di San Leo Leonardo Bindi: “Ringrazio anzitutto le forze civiche e politiche che appoggiano la lista per l’opportunità che mi hanno offerto. Personalmente ho preso questa importante decisione per mettermi ancora di più al servizio del mio paese e per poter mettere a disposizione dei miei concittadini la tanta esperienza amministrativa maturata negli ultimi anni. Abbiamo fatto tanto ma tantissimo è rimasto da fare! Questo sarà lo spirito con il quale affronterò la prossima legislatura se i cittadini di San Leo riporranno in me la loro fiducia”.

Con queste parole Leonardo Bindi, 42 anni, Imprenditore e Ingegnere, padre di famiglia ha lanciato la propria candidatura per le prossime elezioni amministrative del 26 maggio 2019.

Cinque uomini e cinque donne, quattro under 35 (due poco più che ventenni), un assessore e due consiglieri uscenti: il candidato sindaco Leonardo Bindi ha scelto un mix di gioventù ed esperienza di vita e amministrativa per la sua lista civica ‘San Leo Progetto Comune’

Sarà ancora al suo fianco l’attuale compagno di giunta Giancarlo Diotallevi, 60enne laureato in Sociologia, professore di Diritto ed Economia e assessore uscente a bilancio e personale. Così come lo seguiranno la 42enne Francesca Mascella (laureata in Economia e Commercio, ispettrice bancaria e attuale consigliera con delega al turismo) e la 34enne Valentina Guerra, ristoratrice laureanda in Giurisprudenza e consigliera uscente alle attività produttive. Completano il “roster” il 21enne Enea Santucci (diplomato all’Istituto Alberghiero indirizzo enogastronomico, è attualmente pizzaiolo), il 31enne Federico Giorgi (farmacista), il 46enne Giacomo Saccani (impiegato con diploma al liceo scientifico), la 43enne Roberta Bindi (ragioniera), la 22enne Martina Rinaldi (psicologa con laurea già conseguita), la 64enne Rosaria De Sio (professoressa di scuola secondaria di primo grado e diplomata in pianoforte ) e il 56enne Pierluigi Sacchini, consulente aziendale.

In sintesi i punti principali del programma sono: attuazione piano triennale delle opere pubbliche; Piano straordinario di manutenzione delle strade comunali per 2 milioni di euro, Interventi di miglioramento sismico ed efficientamento energetico su tutti gli edifici scolatici, riqualificazione centro storico di San Leo, riqualificazione Centro sportivo di Pietracuta, ampliamento cimiteri di Montemaggio e Monte, Master Plan Pietracuta Libiano Villanova per collegare le frazione con marciapiedi e ciclabili, riqualificazione impianto di pubblica illuminazione a Led

Incentivi a sostegno del nucleo familiare, in grado di prevenire situazioni di disagio e capaci di promuovere e produrre benessere sociale.

Incentivi per il riuso e rigenerazione del patrimonio edilizio esistente.

Ampliamento della pianta organica del comune e completamento della digitalizzazione dei processi amministrativi e degli archivi.

Potenziamento del controllo del territorio con l’installazione di un impianto di videosorveglianza urbana integrata con le forze dell’ordine.

Completamento delle reti digitali pubbliche per dare la possibilità ai cittadini di interfacciarsi con L’Ente in maniera smart

Progettazione e attuazione della raccolta puntuale dei rifiuti.

Creare le condizioni per costruire un centro anziani.

Continuare a investire in campo turistico e culturale favorendo il turismo residenziale puntando ad aumentare i pernottamenti.

Stimolare la partecipazione dei giovani alla vita sociale culturale del Comune di San Leo attraverso il maggior sostegno a eventi, manifestazioni, concerti e altre iniziative culturali e di spettacolo, pensati, coordinati e progettati dai giovani.

Chi siamo e il perché di una nuova sfida. Siamo un insieme di donne e di uomini che ha un patrimonio di idee e di valori senza i quali non esiste la democrazia ma solo la rassegnazione. Siamo una lista civica fatta di passioni e di interessi positivi, un gruppo di persone che lavora per il migliorare e far crescere la nostra comunità. Siamo “artigiani” della politica che impegnano il tempo libero per il bene comune. Arriviamo da storie diverse ma non abbiamo avuto paura di confrontarci sul programma discutendo con passione del futuro. Mettiamo al centro del nostro agire politico l’amicizia, il senso civico ed il rispetto delle persone. Vogliamo proseguire e migliorare l’esperienza di un’amministrazione che crediamo abbia già dato prova, con la legislatura che si sta chiudendo, di apertura, determinazione, trasparenza e operatività, pronta a fare fronte alle nuove impegnative sfide che la nostra comunità dovrà affrontare. Non cerchiamo accordi di potere, prestigio personale e tantomeno posti. Non abbiamo percorso la strada degli accordi tra segreterie dei partiti. Non abbiamo padrini né padroni. Chiediamo fiducia e offriamo fiducia, pulizia, onestà e competenza. Ai leontini proponiamo impegno civile e disponibilità al lavoro per la comunità. Persone tra persone. Cittadini tra cittadini che scommettono sulla collettività che partecipa e si organizza.

Il nostro principio di fondo è: condivisione. Da soli non si può raggiungere il benessere. Occorre partecipare con gli altri alle grandi scelte, sentire come propri i progressi e i risultati raggiunti, ma anche sopportare insieme le difficoltà che di certo non mancheranno. Cercheremo di creare una comunità accogliente e che sia in grado di far fronte alle tante emergenze dei nostri tempi. Partiremo dal basso promuovendo la partecipazione dei cittadini a momenti di confronto, con lo scopo di stimolare una cittadinanza sempre più attiva, responsabile e solidale, in grado di creare una rete sociale che possa garantire un alto livello di coesione. Solo lavorando sulla qualità della vita, solo unendo le forze del nostro territorio, condividendo le scelte e assumendosene insieme la responsabilità si potranno superare le criticità del momento. Insieme potremo preparare nuovi strumenti e nuove modalità di intervento di natura personale, collettiva, economica e sociale, diventando una comunità più coesa che consenta a San Leo non solo di mantenere il suo ruolo di città d’arte e di caposaldo del turismo, ma di aprirsi a nuove opportunità di crescita.