Sabato 19 Ottobre14:57:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Mirati servizi anti-terrorismo alla stazione, monitorati anche i minori in fuga dalle famiglie

Bilancio per la Polfer: nel weekend controllate 361 persone, 138 delle quali risultate con precedenti

Cronaca Rimini | 19:30 - 24 Aprile 2019 Agente della Polfer (foto di repertorio) Agente della Polfer (foto di repertorio).

Anche nel lungo fine settimana di Pasqua il personale della Polfer ha garantito la sicurezza dei cittadini che hanno utilizzato per gli spostamenti il treno. Un'attività di controllo che ha anche rappresentato un banco di prova della tenuta del sistema sicurezza, di fronte all’incremento del flusso turistico nella riviera romagnola.  

Particolare attenzione è stata rivolta ai minorenni che, attratti dalla fama di capitale del divertimento del capoluogo romagnolo, spesso raggiungono Rimini in treno anche all’insaputa delle rispettive famiglie.

IL BILANCIO. Sono state 31 le pattuglie impiegate nel weekend nelle stazioni ferroviarie della Provincia e in paticolare 9 i servizi di controllo antiterrorismo lungo la direttrice ferroviaria Adriatica, con accertamenti che hanno riguardato 361 persone, 138 delle quali con precedenti. Ci sono state anche una denuncia a piede libero per un'inottemperanza al foglio di via obbligatorio e la contestazione di una sanzione amministrativa in materia di sicurezza ferroviaria. "Il complesso del dispositivo messo in atto, dove si sottolinea l’assenza di denunce per delitti commessi nelle stazioni, rappresenta una conferma che l’attività di prevenzione posta in essere in ambito ferroviario va nella giusta direzione e il complesso dei servizi sarà pertanto replicato in vista dei prossimi ponti di primavera e dell’imminente avvio della stagione turistica", si legge in una nota della Questura.

Particolare attenzione è stata rivolta ai minorenni i quali, attratti dalla fama di capitale del divertimento del capoluogo romagnolo, spesso lo raggiungono in treno anche all’insaputa delle rispettive famiglie.