Mercoledý 16 Ottobre13:26:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Verucchio Rifiuti Zero, ambizioso progetto proposto dalla lista civica Verucchio Domani

Produzione e gestione dei rifiuti, da mesi la lista civica lavora per incoraggiare l'economia circolare

Attualità Verucchio | 11:28 - 23 Aprile 2019 Rappresentanti della lista civica Verucchio Domani Rappresentanti della lista civica Verucchio Domani.

Arrivare alla produzione di zero rifiuti, incoraggiare l'economia circolare delle risorse e riutilizzare tutti i prodotti. L'ambizioso progetto della lista civica Verucchio Domani. 

Il dettaglio nella nota stampa della lista

La lista civica Verucchio Domani da mesi lavora al progetto Verucchio Rifiuti ZERO. Un progetto ambizioso, che coinvolge tutte le sfumature della tematica della produzione e gestione di rifiuti, che abbiamo già da settimane iniziato a spiegare alla cittadinanza a cominciare dalla pagina social dove abbiamo condiviso il contributo della candidata consigliera Claudia Pazzini il 13 aprile.

Un mese fa l’Internazionale rilanciava così, in prima pagina l’urlo di protesta e di preoccupazione dei ragazzi di tutto il mondo di fronte all’inerzia degli adulti e della politica di fronte al cambiamento climatico.

Come cittadini in primis e come lista Verucchio Domani abbiamo deciso di ascoltare la richiesta dei nostri giovani e attivare quella trasformazioni necessarie a tutelare il loro futuro, senza dimenticarci del nostro presente.

Per questo ci siamo dati come obiettivo la transizione verso Verucchio Rifiuti Zero un progetto che incoraggia l’economia circolare delle risorse (non più rifiuti) al fine di riutilizzare tutti i prodotti, riducendo drasticamente la quantità di rifiuti da inviare in discarica.

Un percorso che incentiverà la modifica di comportamenti e stili di vita, al fine di creare una nuova cultura fondata sulla partecipazione responsabile dei cittadini (di tutte le fasce d’età), con l’obiettivo di soddisfare i bisogni propri e sociali, impiegando meno risorse, consumando meno energia, riducendo le emissioni in atmosfera e producendo meno rifiuti.

Sarà un progetto graduale, con obiettivi e tappe intermedie, che si baserà da una lato sulla cittadinanza attiva, che deve trovare un grande supporto nell’amministrazione locale, la quale dovrà stabilire un “rapporto quasi personalizzato” per evitare le problematiche che riscontriamo oggi nel nostro centro storico (soprattutto nella parte iniziale del progetto), dialogando e calibrando il progetto con i cittadini coinvolti. Dovrà inoltre garantire un sistema contributivo appropriato, in modo tale da premiare anche economicamente chi produce meno rifiuti. Chiude il cerchio il coinvolgimento dei produttori.

Sarà una grande sfida per tutti noi, che richiederà un impegno costante nei riguardi di tutti gli elementi in gioco, ma che porterà Verucchio e i suoi cittadini a divenire un modello di sostenibilità.

A grandi linee i punti salienti del progetto, che sarà approfondito adeguatamente nel nostro programma elettorale prevedono:

1-  una raccolta differenziata corretta, dove attraverso incontri costanti con la cittadinanza e attraverso percorsi educativi nelle scuole del territorio verrà insegnato e spiegato in maniera capillare come separare correttamente i materiali, come gestire una compostiera domestica, perchè e a quale scopo. 

2- raccolta porta a porta dove possibile connessa con delle isole ecologiche interrate distribuite sul territorio dove poter conferire materiali differenziati, oli vegetali..

in merito alla situazione odierna nel centro storico, preciso che sarà un passaggio fondamentale il coinvolgimento anticipato  della popolazione interessata, attraverso incontri e visite ai comuni con caratteristiche e problematiche simili alle nostre, (il problema dell’organizzazione nei centri storici è quasi sempre presente) - non partiremo comunque dal centro storico che per caratteristiche architettoniche mostra la maggior difficoltà di attuazione.

3- riciclo : creazione di un centro di Riuso, adiacente al centro ambiente per intercettare i prodotti destinati allo smaltimento, dove poter ridare seconda vita a molti prodotti ad oggi destinati alla distruzione. 

4 tariffazione puntuale : pagare per quanto si spreca - sgravi fiscali per chi produce meno rifiuti indifferenziati. 

Questi sono alcuni dei passaggi del nostro progetto, che verrà adeguatamente approfondito nel nostro programma elettorale.