Marted 18 Giugno17:13:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giorgio, ragazzino autistico: servono fondi per il suo trasferimento in una struttura di Rimini

I genitori non possono assisterlo per problemi di salute. I costi a carico della sanità abruzzese

Attualità Rimini | 16:36 - 20 Aprile 2019 Ragazzino con autismo (foto di repertorio) Ragazzino con autismo (foto di repertorio).

In Abruzzo non esistono strutture residenziali per bambini, ragazzi e adolescenti autistici e, anche se sono situazioni rare, nel caso in cui rimangano senza genitori non vi è modo di assicurare loro adeguata assistenza. A lanciare l'allarme è l'associazione Autismo Abruzzo Onlus, citando il caso del quattordicenne Giorgio: i genitori, entrambi con seri problemi di salute, non sono più in grado di assisterlo e l'unica possibilità, al momento, è che lui si trasferisca da Teramo in una struttura a Rimini, con una spesa media di 200-250 euro al giorno, interamente a carico della sanità pubblica.

"Abbiamo consigliato al papà Gino di richiedere con urgenza la valutazione presso il distretto di Teramo per la prescrizione di un servizio residenziale in grado di accogliere Giorgio", spiega Dario Verzulli, presidente di Autismo Abruzzo Onlus.  La convocazione è per il 30 aprile a Teramo. "Sappiamo già che sarà una battaglia lunga e piena di difficoltà, occorreranno mesi prima che la Asl di Teramo autorizzi un percorso specifico per Giorgio in strutture fuori regione con costi imponenti per la sanità abruzzese. Il papà, per vedere Giorgio, sarà costretto a raggiungerlo nei fine settimana, viaggerà a sue spese".