Luned́ 20 Maggio11:23:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Qualità dell'aria a Rimini, report mensile di Arpae, aumentano gli sforamenti

Nel 2019 il numero di superamenti giornalieri e le medie mensili risultano generalmente superiori a quelli del triennio precedente

Attualità Rimini | 12:09 - 19 Aprile 2019 Centralina di rilevamento Arpae Centralina di rilevamento Arpae.

Arpae ha presentato il consueto report mensile sulla qualità dell'aria in provincia di Rimini

In generale il mese di marzo non contribuisce in modo determinante al numero degli sforamenti del PM10 ma per l’anno in corso il numero di superamenti giornalieri e le medie mensili risultano generalmente superiori a quelli degli anni del triennio precedente. 

Sono stati registrati dalle centraline di monitoraggio della qualità dell’aria, diversi superamenti del valore limite previsto per la media giornaliera: 4 a Flaminia, 6 a Parco Marecchia e 1 a Verucchio. 

Anche il valore della media mensile è stato piuttosto elevato raggiungendo valori superiori al valore limite annuale presso le postazioni di Flaminia e Parco Marecchia. 

Risultano invece più contenute le concentrazioni del PM2,5.

Per quanto riguarda gli altri inquinanti, anche la media mensile del biossido di azoto registrata presso via Flaminia, pari a 45 µg/m3, risulta superiore al limite previsto dalla norma per il valore medio annuale. Infine, l’arrivo della primavera ha determinato un aumento della concentrazione di ozono, che comunque, come succede in genere in questo periodo, è rimasto al di sotto dei limiti previsti dalla norma. 

I rimanenti inquinanti non hanno presentato criticità.