Luned 17 Giugno17:27:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione, arrivano trenta alberi nel quartiere San Lorenzo

L’attività di piantumazione rientra nella Campagna nazionale Mosaico Verde

Attualità Riccione | 11:16 - 19 Aprile 2019 Marcello Dadi, Lea Ermeti e Matteo Campedelli Marcello Dadi, Lea Ermeti e Matteo Campedelli.

Partito il progetto di forestazione che vede protagonista il Comune di Riccione e che prevede la piantumazione di 30 giovani alberi, grazie all’impegno dell’Angolo della Piada e realizzato grazie al supporto tecnico di AzzeroCO2. L’attività di piantumazione rientra nella Campagna nazionale Mosaico Verde, ideata e promossa da AzzeroCO2 e Legambiente con lo scopo di facilitare l’incontro tra le necessità degli enti locali di recuperare aree verdi e la volontà delle aziende di investire risorse nella creazione o tutela di boschi permanenti come misura di Responsabilità Sociale d’Impresa. 

Mosaico Verde ha un obiettivo ambizioso: piantare 300.000 nuovi alberi e tutelare 30.000 ettari di boschi esistenti su tutto il territorio nazionale. L’intervento nel Comune di Riccione è stato realizzato nel Quartiere San Lorenzo, nello specifico in un’area pubblica adiacente a Via Flaminia, utilizzando una specie autoctona arborea coerente con le condizioni climatiche della zona come la Farnia, con l’obiettivo di migliorare le condizioni ambientali del quartiere interessato. 

“L’arrivo di nuove alberature rappresenta nuovo ossigeno per la città. Per questo motivo ogni iniziativa di mano pubblica o privata, di singoli o associazioni, viene stimolata e incentivata dall’amministrazione. La presenza di alberature, oltre ad essere apprezzata da cittadini e turisti per la protezione dalla calura estiva, svolge una preziosa opera di pulizia nei confronti di polveri, fumi e batteri, mitiga il clima urbano, nel complesso migliora la qualità della vita. La zona di San Lorenzo, scelta in condivisione con il Centro di Buon Vicinato e le associazioni ambientaliste, ha previsto un intervento di rimboschimento in prossimità di fonti di emissioni come la Statale 16. L’impegno preso con la città è di continuare ad operare per realizzare nuove aree verdi, piste ciclabili e quartieri sempre più green” ha dichiarato Lea Ermeti Assessore all’Ambiente del Comune di Riccione. 

“La nostra Azienda è da sempre attenta all’ambiente, da anni oramai abbiamo installato un impianto fotovoltaico e acquistiamo solo energia verde per alimentare i nostri macchinari; l’incontro con AzzeroCO2, ci ha permesso di implementare l’efficienza energetica della nostra industria attraverso vari strumenti come la Carbon footprint (impronta ambientale) e la certificazione ISO 50001; per sopperire alle emissioni di CO2 seppur minime della nostra Azienda abbiamo deciso di aderire a Mosaico Verde, che con la piantumazione di questi alberi fa si che il nostro impatto ambientale sulla comunità sia ridotto ai minimi termini. Ringraziamo il Comune di Riccione che ci ha dato la possibilità di portare a termine questo bel progetto per tutta la cittadinanza” ha dichiarato Marcello Dadi Amministratore Unico di Angolo della Piada. 

“Siamo felici della collaborazione con l’Angolo della Piada che ha deciso di impegnarsi in un nuovo progetto di forestazione mettendo al primo posto la tutela del territorio in cui opera, la mitigazione dell’impatto ambientale delle attività e il benessere delle generazioni future” ha dichiarato Sandro Scollato Amministratore delegato di AzzeroCO2.” 

Mosaico Verde è una campagna di AzzeroCO2 e Legambiente con il patrocinio di Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Turismo, Kyoto Club, FSC® Italia, Associazione Foreste di Pianura, Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali (TESAF), Dipartimento per la Innovazione nei sistemi Biologici, Agroalimentari e Forestali (DIBAF), Crea, Città Metropolitana di Torino, Comune di Roma, Associazione dei Paesi Bandiere Arancioni, Ambasciata Britannica di Roma, Fondazione di partecipazione Matera-Basilicata 2019, ANCI.