Domenica 26 Maggio02:03:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sequestro alimenti scaduti, Federconsumatori "Rimini territorio a rischio per le frodi"

L'associazione chiede la creazione di un patto tra istituzioni ed operatori per la qualità e la tutela del consumatore

Attualità Rimini | 07:32 - 19 Aprile 2019 Militare del Nas Militare del Nas.

Federconsumatori Rimini interviene sulla vicenda dei sequestri di cibo fatti dai Nas a Rimini. Episodi che, oltre a mettere a rischio la salute dei cittadini, indicano che Rimini è un territorio a rischio per le frodi e le violazioni igienico sanitarie sui prodotti alimentari. Per tutelare I consumatori, oltre ai controlli delle forze dell'ordine, è necessario creare una rete di operatori di qualità ed isolare chi mette il profitto ad ogni costo davanti a tutto, creando un patto tra istituzioni, associazioni del consumo e di categoria mettendo al centro la qualità del sistema.

Di seguito la nota stampa di Federconsumatori Rimini

Fedeconsumatori Rimini ritiene grave quanto emerso oggi dai controlli a tappeto dei Nas in vista del periodo pasquale. In particolare ci preoccupa quanto accade nel territorio di Rimini , infatti  alcuni degli episodi più gravi accertati dai Carabinieri riguardano proprio questo territorio. 500 kilogrammi di carne scaduta sono stati sequestrati in una casa di riposo ed I militari hanno imposto la sospensione delle attività di un laboratorio di macelleria e gastronomia del valore di 250.000 euro per carenze igienico sanitarie. A quanto pare il laboratorio, non aveva le autorizzazioni necessarie a svolgere le attività contestate. 

Questi gravi episodi oltre a recare danno alla salute dei cittadini sopratutto quella dei più deboli come gli anziani, indicano che il territorio di Rimini, anche in ragione delle sue vocazioni  commerciali e turistiche è un territorio a rischio per quanto riguarda le frodi e le violazioni igienico sanitarie sui prodotti alimentari.

Oltre alle precise e puntuali ispezioni dei carabinieri, occorre, se si vuole tutelare i consumatori e i visitatori dei nostri territori mettere in campo una rete di operatori di qualità,  isolando chi fa mercato e profitto ad ogni costo. anche con la salute delle persone. Come Federconsumatori Rimini pensiamo che dare strumenti di tutela al consumo, ai consumatori del territtorio e di chi viene in vacanza a Rimini sia un priorità e che ciò possa avvenire, oltre che con i controlli dei Nas, anche con un patto fra istituzioni, Associazioni del Consumo e Associazioni di Categoria mettendo al centro la qualità del sistema.