Venerd 23 Agosto18:54:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO I sapori di Parma conquistano cuore e palato di San Patrignano

Grande successo per la prima cena di beneficenza a sostegno delle attività della comunità

Attualità Coriano | 12:55 - 18 Aprile 2019 FOTO I sapori di Parma conquistano cuore e palato di San Patrignano

 
Una charity dinner che presto si è trasformata in una grande festa della cucina parmense. Sono stati una trentina gli chef che ieri sono scesi da Parma fino San Patrignano per dar vita ad una cena che ha deliziato i palati di tutti i ragazzi della comunità e dei circa 300 ospiti che hanno deciso di condividere con loro la serata.
 
Se gli chef di cartello erano Massimo Spigaroli, dell’Antica Corte Pallavicini, e Silvano e Fabio Romani del ristorante Romani, a dar man forte ai ragazzi della cucina di San Patrignano sono arrivati tanti degli aderenti del consorzio Parma Quality Restaurants, dando vita ad una giornata di alta formazione per i ragazzi in percorso.
 
Una cena che ha esaltato i sapori di Parma, iniziata con una ricca degustazioni di salumi di Parma, parmigiano reggiano e giardiniera, proseguita con un gazpacho alla parmigiana, poi con lo scrigno di Parma, punta di vitello farcita su lasagnetta di verdure come secondo e infine con la focaccia a colomba di Claudio Gatti.
 
“Siamo molto contenti e soddisfatti di esser venuti a San Patrignano per fare ciò che sappiamo fare e metterlo al servizio degli altri – ha raccontato Massimo Spigaroli – E’ stato bello vedere la gioia dei ragazzi nello scoprire la bontà dei piatti. L’emozione che abbiamo noi nel preparare è la stessa loro quando degustano il nostro cibo”. Una emozione che in tanti hanno scelto di condividere con la comunità. “Il bello è che tutta Parma ha deciso di partecipare a questo evento – spiega il vulcanico Silvano Romani - In cucina è stata una vera festa, sembrava Natale o Pasqua. La gioia dei ragazzi di San Patrignano era commovente ed è stata contagiosa”. A fargli eco il nipote Fabio Romani : “I più sprovveduti in cucina eravamo noi, che non siamo abituati a questi numeri, ma i ragazzi di San Patrignano sono stati meravigliosi”.