Luned́ 22 Aprile12:38:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Al via il rilancio dell'Aeroporto di Rimini, 17 rotte per 29 voli settimanali. Ecco le destinazioni

Un milione di investimenti dalla regione e un bando Apt per supportare i vettori interessati a Rimini

ASCOLTA L'AUDIO
Turismo Rimini | 14:19 - 15 Aprile 2019 La presentazione delle rotte estive del 2019 La presentazione delle rotte estive del 2019.

17 rotte per 29 voli settimanali, un milione di investimenti dalla regione e un bando APT, questi solo alcuni numeri per il piano di rilancio dell'Aeroporto “Federico Fellini” di Rimini. La società di gestione Airiminum propone un comitato strategico di integrazione con il territorio e un sistema integrato pubblico privato per la promocommercializzazione dei voli. Ritorna Ryanair e la regione ha avviato un progetto per consolidare la presenza di Luftansa in Romagna. Dopo tutto il "Fellini" è il 28° su 40 degli aeroporti in Italia e la sfida è quella di arrivare ad un incremento di passeggeri del 33%, superando quota 400.000. Le rotte su cui puntare sono maggiormente quelle dell'est Europa, Mosca, Ucraina, San Pietroburgo, Budapest e Varsavia-Cracovia. Poi l'Albania, Germania e  Londra. "Il Fellini” - come spega l'AD Leonardo Corbucci - è la porta della Romagna ed è necessario coinvolgere maggiormente il territorio, ora l'aeroporto entra nel territorio e viceversa. Bisogna lavorare sul consolidamento dei voli, sull'ampliamento dell'attività invernale, rafforzare i collegamento con l'est Europa e lavorare per aumentare il traffico interno”.

LE DESTINAZIONI. Nel dettaglio, per l'anno in corso - che vedrà il 77% del portafoglio passeggeri su rotte di linea e il 23% su voli charter - verranno aggiunti collegamenti Ryanair per Budapest in Ungheria e Cracovia in Polonia; Lufthansa per Monaco di Baviera in Germania; Pobeda-Aeroflot per Mosca in Russia; Skyup per Odessa, Kiev e Kharkiv in Ucrania e Fly Ernst per Tirana in Albania. 
 
Pronti a fare la loro parte anche dalla Regione, come spiega il Presidente Stefano Bonaccini, proprio perchè per l'Emilia Romagna il “Fellini” rappresenta un'opportunità anche alla vigilia di eventi importanti che ci interesseranno, la Moto Gp, i 100 anni di Fellini, i 700 anni dalla morte di Dante e Parma capitale della cultura.
 
"La Romagna pesa attorno all'80% del turismo regionale, la provincia di Rimini il 42%, siamo la locomotiva turistica del paese - afferma il sindaco di Rimini Andrea Gnassi - ed è necessario lavorare ed investire sulle infrastrutture. Nei prossimi anni aumenteranno esponenzialmente i flussi turistici e ciò che manca a questo punto è un piano nazionale degli aeroporti capace di gestire le dinamiche in maniera organica".
 
"Il turismo è la grande industria della regione - spiega l'assessore al turismo Andrea Corsini - ecco perchè bisogna alzare la qualità dell'offerta turistica e per fare questo la regione Emilia Romagna investe circa un milione, mentre APT lancia un bando, da giugno, da 700 mila euro per supportare i vettori interessati a Rimini, con progetti di co-marketing con le compagnie aeree e tour operator".




Interviste a Laura Fincato, Presidente Airiminum, Leonardo Corbucci Ad Airiminum, all’assessore al Turismo della regione Andrea Corsini, al Presidente della Regione Stefano Bonaccini, al sindaco di Rimini Andrea Gnassi e al sindaco di Riccione Renata Tosi di Maria Assunta (Mary) Cianciaruso

ASCOLTA L'AUDIO