Venerd́ 19 Luglio10:21:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio 1a Cat: al Bellaria la sfida salvezza con il Rivazzurra Miramare (0-1)

Decide un rigore contestato di Aragao, tante occasioni e proteste per le decisioni dell'arbitro Tola

Sport Bellaria Igea Marina | 19:33 - 14 Aprile 2019 Una formazione del Bellaria 2018-19 Una formazione del Bellaria 2018-19.

RIVAZZURRA MIRAMARE: Pellicioni, Amadori (93' Baronio), Pivi E., Casadei (69' Pauri), Bernardi, Casali (69' Celli), Mularoni, Gabellini, Montanari, Tamburini (81' Asioli), Fabbri.

In panchina: Rosa, Carbutti, Gaido. All. Morolli.

BELLARIA: Mignani, Floris, Gambuti, Fusi, Moramarco; Chiussi F. (81' Magnani), Aruci, Chiussi V. (72' Di Cristofaro); Caporali, Aragao (92' Baldini), Facondini.

In panchina: Sapucci, Koci, Ambroso, Cuni, Zoffoli, Antonelli. All. Reciputi.

ARBITRO: Tola di Cesena.

RETI: 61' rig. Aragao (B).

NOTE: espulso Gabellini all'83' per doppia ammonizione; ammoniti Amadori, Mularoni, Montanari, Fabbri; Gambuti, Aruci, Chiussi V. 

Nonostante l'assenza di Indelicato, fermato da un infortunio, il Bellaria conquista tre punti salvezza sul campo del Rivazzurra Miramare, che reclama per l'arbitraggio di Tola di Cesena. Nel primo tempo è Aragao ad avere la prima occasione, l'esperto attaccante entra bene in area, ma il suo tiro è ribattuto da un difensore. Dalla parte opposta ci prova Fabbri da fuori, raccogliendo una respinta della difesa, il tiro non inquadra il bersaglio. Al 17' Peliccioni si salva di piede sul tiro ravvicinato di Chiussi F., mentre al 25' Caporali reclama un rigore per un tocco di mani in area del Rivazzurra Miramare. La prima frazione si chiude con un tiro debole di Gabellini, bloccato da Mignani. Nella ripresa al 51' Montanari sfiora il gol di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Al 61' l'episodio chiave: l'arbitro decreta il rigore trasformato da Aragao, con le proteste dei locali che chiedevano il fallo in attacco da parte degli avversari. Al 75'Chiussi V. potrebbe chiudere in anticipo i giochi, ma la sua incornata a colpo sicuro è ottimamente neutralizzata da Pellicioni. Due minuti dopo Montanari spreca un rigore in movimento. Nell'infuocato finale, in pieno recupero, Mignani si esalta sul tiro al volo scagliato da Fabbri al limite dell'area piccola, mentre Pauri reclama un rigore per un'evidente trattenuta.