Luned 17 Giugno21:13:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ragazzo aggredito ìn corso d'Augusto a Rimini: quattro coetanei condannati

I fatti avvenuti venerdì: l'aggredito ha riportato lesioni con prognosi di 35 giorni

Cronaca Rimini | 17:44 - 13 Aprile 2019 I soccorsi dopo la rissa I soccorsi dopo la rissa.

Sono stati convalidati questa mattina gli arresti dei quattro giovani coinvolti in una rissa avvenuta in pieno centro storico a Rimini, ieri intorno alle 18. Sono stati giudicati in direttissima, due sono stati condannati a un anno e sei mesi e gli altri due a un anno. Per tutti, pena sospesa. I quattro, appena maggiorenni, sono accusati di lesioni aggravate in concorso: hanno picchiato un loro coetaneo, procurandogli diverse lesioni (la prognosi è di 35 giorni), per poi fuggire. L'episodio è accaduto davanti a un negozio in corso d'Augusto dove si trovava la vittima dell'aggressione. Non appena uscito quest'ultimo è stato sbattuto contro un muro e poi una volta a terra colpito con calci e pugni. Le grida hanno richiamato diversi passanti che hanno allertato le forze dell'ordine. Nonostante i quattro abbiano cercato di far perdere le loro tracce sono stati individuati e portati in questura da una pattuglia della polizia. Durante l'arrivo dei soccorsi e i rilievi su quanto accaduto, era presente anche il sindaco di Rimini Andrea Gnassi che si trovava a passare in quel momento. Dai primi accertamenti, pare che a scatenare il pestaggio siano stati motivi sentimentali legati ai rapporti tra una ragazza e l'aggredito.