Marted́ 20 Agosto12:53:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo: sabato 13 aprile evento speciale per Tonino Guerra

Nell’occasione saranno presentati il volume edito da Bompiani e il numero del mensile "Poesia" dedicato al Maestro

Eventi Santarcangelo di Romagna | 16:11 - 12 Aprile 2019 Tonino Guerra Tonino Guerra.

Domani (sabato 13 aprile) a Santarcangelo un evento speciale per Tonino Guerra: alle ore 17 la biblioteca Baldini ospita l’incontro “L’infanzia del mondo e altro ancora”, presentazione del volume edito da Bompiani e del nuovo numero del mensile “Poesia”.
 
“L'infanzia del mondo. Opere 1946-2012” (Bompiani, 2018) – a cura di Luca Cesari con cronologia di Rita Giannini – sarà presentato per la prima volta a Santarcangelo dai curatori insieme ad Antonio Prete (scrittore, critico letterario e docente universitario), Nicola Crocetti (editore e direttore del mensile "Poesia") e Angela Urbano (vicedirettrice del mensile “Poesia”).
 
L’occasione di questo incontro, infatti, nasce dalla pubblicazione del numero 347/2019 della rivista “Poesia. Mensile internazionale di cultura poetica”, che ha dedicato la copertina e un saggio – anch’esso firmato dal professor Luca Cesari – proprio a Tonino Guerra.
 
L'iniziativa, che consentirà di conoscere ancora meglio l’opera del Maestro santarcangiolese, è promossa da Amministrazione comunale, Fondazione Culture Santarcangelo e Associazione culturale “Tonino Guerra”.
 
 
L'infanzia del mondo. Opere 1946-2012 – Tonino Guerra (1920-2012) è stato poeta, scrittore e sceneggiatore. “L'infanzia del mondo” ne svela le molteplici anime: dalle fiabe al teatro, dai racconti di viaggio ai romanzi fino alle raccolte poetiche che, insieme all'attività di sceneggiatore, lo hanno reso celebre. Una lingua che è anche musica, intrisa della forza del dialetto romagnolo, una raccolta preziosa che riporta in primo piano un autore che ha attraversato con le sue opere tutto il Novecento.
 
Tonino Guerra. L’amico di casa – Con l’articolo pubblicato dal mensile “Poesia” nel suo ultimo numero (aprile 2019), l’autore Luca Cesari illustra la circolarità dell’opera guerriana, che spazia senza passaggi doganali un genere all’altro (poesia, narrativa, cinema, teatro) e da una linguistica all’altra (dialetto, italiano), come testimoniato dalla cospicua antologia di testi pubblicata nell’articolo, incentrata sulla produzione della seconda e terza stagione letteraria del poeta dopo “I bu” e la narrativa degli anni ’60: dalla poesia “Amarcord” (1973) a “Una foglia contro i fulmini” (2006) passando per poesie brevi e racconti, poemi lunghi, poemi en romance, poème en prose.
 
Poesia. Mensile internazionale di cultura poetica – Rivista nata nel 1988, da allora è stata un appuntamento mensile per molti lettori e appassionati di poesia in Italia. Un appuntamento che fin dall’inizio ha avuto luogo un po’ dappertutto, perché la rivista aveva fatto la scelta coraggiosa di uscire in edicola. Scelta fortunata, se a distanza di quasi trent’anni la rivista continua ad avere fedeli lettori e qualificati collaboratori. A fondarla è stato Nicola Crocetti – grecista, saggista, e soprattutto editore – che tuttora la dirige e che sarà uno dei partecipanti – assieme alla vicedirettrice Angela urbano - all’incontro di sabato 13 aprile alla Baldini
 
 
Antonio Prete – Critico letterario, professore universitario e scrittore italiano, è nato nel Salento, con cui mantiene un forte legame come testimonia la sua recente pubblicazione “Torre saracena. Viaggio sentimentale nel Salento” (Manni 2018). Dopo alcuni anni di insegnamento liceale, prevalentemente a Milano, è passato all'Università di Siena, dove ha insegnato come ordinario Letteratura comparata. È stato “visiting professor” nelle università di Paris III, Paris VIII, Montpellier, Canterbury, Salamanca, Brown University, Yale, École Normale di Lyon e altrove. Nel 2006 è stato ospite come “professeur invité” al Collège de France e nel 2012 all'Università di Harvard. Ha collaborato a riviste letterarie e filosofiche quali “Per la critica”, “Aut aut", “Il piccolo Hans”, “Poesia”, “Il semplice” e “L'immaginazione”. Nel 1989 insieme ad Attilio Lolini ha fondato “Il gallo silvestre”, semestrale diretto con l'intento di studiare e presentare poeti in italiano e in altre lingue, che pubblica occasionalmente anche i volumi “Quaderni del gallo silvestre” per le edizioni Manni. Ha pubblicato saggi tra l’altro su riviste francesi come “Po&sie” e “Europe”, collabora con Radio3, scrive narrativa e poesia.
 
Luca Cesari – Docente di estetica all’Accademia delle belle arti di Urbino, si è formato sotto la guida di Luciano Anceschi e dedica prevalentemente la sua attività di studioso all’estetica, alla critica, alla poetica della tradizione romantica e novecentesca (personalità e idee). È autore di diverse pubblicazioni realizzate con editori come Allemandi, Scheiwiller, Archinto, Bompiani. Tra le più recenti: l’edizione critica della stesura originale del “Giorgio Morandi” di Francesco Arcangeli (Allemandi 2007), gli scritti di riflessione teorica sulla storia dell’arte dello stesso Arcangeli, “Uno sforzo per la storia dell’arte” (Mup-Università di Parma 2004), l’opera omnia degli scritti estetici di Gillo Dorfles, “Estetica senza dialettica. Scritti dal 1933 al 2014” (Bompiani 2016). Di recente uscita, per le sue cure, è l’edizione dell’opera omnia di Tonino Guerra, “L’infanzia del mondo. Opere 1946-2012” ( Bompiani 2018). Collabora a “Estetica. Studi e ricerche”. Ha diretto dal 1994 al 2000 i “Quaderni della Fondazione Arcangeli” editi da Scheiwiller ed è stato consulente scientifico, poi presidente durante l’anno 2012-2013, del “Centro Internazionale di Ricerche Pio Manzù”.