Sabato 20 Luglio19:07:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Parte il progetto "Illumina Misano": risparmio energetico, meno Co2 in atmosfera

Sostituzione di 4441 apparecchi di illuminazione obsoleti, presentazione alla città il 18 aprile

Attualità Misano Adriatico | 10:23 - 12 Aprile 2019 Sindaco Stefano Giannini e il Direttore Generale di Hera Luce Alessandro Battistini Sindaco Stefano Giannini e il Direttore Generale di Hera Luce Alessandro Battistini.

Il Comune di Misano Adriatico persegue l’obiettivo di miglioramento dell’efficienza energetica del proprio servizio di illuminazione pubblica, affidandolo per 22 anni, mediante una gara europea di project financing, a Hera Luce, società del Gruppo Hera e secondo gestore italiano in questo settore.

Dal 1° maggio infatti entrerà in vigore il contratto, sottoscritto giovedì in comune a Misano fra il sindaco Stefano Giannini e il Direttore Generale di Hera Luce Alessandro Battistini, per il progetto ‘Illumina Misano’, che prevede una nuova illuminazione pubblica destinata non solo a rendere ancor più bella e vivibile la città, ma anche a dare una grossa mano all’ambiente, con un consistente risparmio di energia e la riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera. Questo grazie alla razionalizzazione e all’ammodernamento tecnologico di 5210 apparecchi al mercurio non più efficienti dal punto di vista illuminotecnico, 4441 dei quali saranno sostituiti con nuovi apparecchi a LED ad alta efficienza, e ad alcune opere a valore aggiunto che renderanno la città sempre più smart e sicura.

Per presentare in modo più dettagliato il progetto ai cittadini è stato organizzato per giovedì 18 aprile alle 20.30 presso la sala di via Marconi (Palazzina PM ex biblioteca) a Misano Mare un incontro pubblico in cui i responsabili di Hera Luce descriveranno nel dettaglio il progetto e le varie installazioni previste in ogni parte di Misano.

A regime, una volta completati i lavori di efficientamento, grazie al progetto ‘Illumina Misano’ il Comune potrà contare su un risparmio energetico medio di quasi 2 milioni di KWh (pari al 73,5%) rispetto allo stato di partenza degli impianti, equivalente a 371 TEP (Tonnellate Equivalenti Petrolio) l’anno e alla mancata emissione in atmosfera di 800 tonnellate di CO2.

Sarà inoltre garantito un notevole miglioramento dal punto di vista estetico per la migliore qualità della luce e dei corpi illuminanti, come ad esempio nella zona mare, dove sarà montato il nuovo impianto ‘Neri Lang Misano’, recente vincitore del ‘German design Award 2019’ nella categoria lighting alla Fiera Light + Building 2018 di Francoforte.

Oltre 4 milioni di euro di investimento per riqualificazione energetica, telecamere per la videosorveglianza, pannelli scorrevoli e 3 zone WiFi

L'importante investimento per il progetto di riqualificazione energetica ‘Illumina Misano’ è di oltre 4 milioni di euro, interamente a carico di Hera Luce, quindi senza alcun onere per i cittadini.

Già da qualche giorno è partita la prima fase dei lavori in alcune zone del territorio comunale, che porterà alla progressiva sostituzione di tutti i corpi illuminanti e alla realizzazione di alcune opere a valore aggiunto, interventi che si concluderanno entro i primi mesi del 2020.

Oltre agli interventi sugli impianti di illuminazione pubblica, il progetto prevede la realizzazione di alcune opere a valore aggiunto, che renderanno la città sempre più smart: 3 colonnine di ricarica per biciclette e kit di riparazione; 3 pensiline a protezione dei siti di bike sharing esistenti; un defibrillatore. Inoltre è prevista l’installazione di un sistema di telecontrollo su tutti i quadri presenti nel territorio, l’estensione della rete di fibra ottica e la fornitura delle apparecchiature per la realizzazione di 3 aree coperte da WiFi.

Per rendere Misano ancora più sicura, all’interno del project financing particolare attenzione è stata riposta sull’impianto di videosorveglianza. Sul territorio saranno installate 14 telecamere di cui 8 con targa system: su ognuna di queste postazioni saranno collocate due telecamere, una servirà a sorvegliare, l'altra a individuare le auto irregolari. Il sistema che consente alla polizia municipale di verificare se il veicolo è in regola con revisione e assicurazione. Nello specifico, verranno posizionate telecamere sui principali assi viari: Statale 16, via Adriatica, via del Carro, via Tavoleto, via Grotta, via Scacciano. Inoltre la videosorveglianza sarà in azione nelle piazze principali della zona turistica: Repubblica, Roma e Venezia. Tutte le immagini delle telecamere saranno raccolte e visionate nella centrale operativa della Polizia Locale.

Cos’è il LED

Il LED (Light Emitting Diode) è la sorgente luminosa attualmente di riferimento nell’ambito dell’efficientamento dell’illuminazione pubblica. Hera Luce, grazie all’esperienza maturata su questi sistemi, è in grado di valutare e scegliere le soluzioni migliori presenti sul mercato, adattandole alle esigenze delle realtà in cui opera al fine di rispettare al meglio i Criteri Ambientali Minimi definiti a livello europeo.

Un numero di pronto intervento dedicato

Ricordiamo che ai cittadini è dedicato un servizio tramite il quale possono segnalare direttamente eventuali guasti o malfunzionamenti: attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno, è utilizzabile telefonando al numero verde 800.498616.

“Con questo importante progetto, la maggiore efficienza dei led consentirà di rendere le strade del territorio comunale meglio illuminate e soprattutto più sicure, grazie anche al nuovo sistema di videosorveglianza - afferma Alessandro Battistini, Direttore Generale di Hera Luce-. Il processo di riqualificazione darà una risposta importante a queste esigenze, e grazie alle dimensioni del progetto ne beneficerà gran parte della città, senza trascurare, naturalmente, i benefici economici e ambientali che otterremo con il ricorso a un sistema di illuminazione più moderno ed efficiente”.

“L’intervento previsto a Misano porterà il servizio a un livello di efficienza energetica pari al 73,5% rispetto allo stato di partenza degli impianti interessati –conclude Battistini - un risultato importante, che raggiungeremo grazie all’utilizzo di tecnologie di ultima generazione, selezionate adottando i Criteri Ambientali Minimi per l’illuminazione pubblica sviluppati secondo le indicazioni della politica europea, che mira a coniugare competitività e sostenibilità. Anche in questa occasione si terrà conto del valore storico del contesto urbano in cui si andrà ad agire”.