Mercoledž 24 Aprile09:17:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

RiGenerazione Italia sbarca in Riviera: nasce Agorà Rimini

Il fondatore è il 29enne Elia Ricciotti: domenica 14 aprile all'Hasta Luego la presentazione ufficiale

Attualità Rimini | 16:27 - 10 Aprile 2019 Gruppo RiGenerazione Italia Rimini (il fondatore Elia Ricciotti secondo da sinistra) Gruppo RiGenerazione Italia Rimini (il fondatore Elia Ricciotti secondo da sinistra).

RiGenerazione Italia sbarca in Riviera. Grazie all’attivismo di un gruppo di giovani coordinati da Elia Ricciotti, domenica 14 aprile alle 17.30 nella sala esterna del ristorante Hasta Luego sarà inaugurata l’Agorà di Rimini, una piazza per l’attivismo civico che punta a coinvolgere in particolare giovani dai 19 ai 35 anni, senza però voler escludere nessuna mano. All’incontro sono invitati tutti i riminesi: per l’occasione parteciperà Tommaso Giacchetti, uno dei fondatori di “RiGIT” che presenterà il movimento e introdurrà l’intervento di Ricciotti, fondatore dell’agorà riminese che si riunirà nella sede in centro città.

«Ho voluto portare nella mia città la voglia di rigenerare la politica promuovendo un nuovo modello di partecipazione civica che punti sulla meritocrazia, per poter attivamente costruire il nostro futuro», precisa il 29enne che prima di Rigit fa parte della fondazione istituzionale - e politicamente aderente al campo progressista - Cultura Democratica, che ha dato vita un anno fa a Roma a “Rigenerazione Italia” per rappresentare nella forma del movimento politico le esigenze del centro-sinistra, dando ai giovani under 35 uno strumento tangibile con cui costruire un campo politico, civico e sociale ispirato ai valori democratici e progressisti.

Per contribuire non sono chiesti particolari requisiti, se non l’adesione ai punti programmatici: non sono quindi posti veti all’aderenza partitica, nonostante molte delle persone che vi aderiscono si sentano parte integrante del Partito Democratico, come anche del mondo civico.

«RiGenerazione Italia è nata anche intorno alla convinzione che il Partito Democratico abbia compiuto alcuni errori drammatici che richiedano un radicale rinnovamento», precisa Ricciotti, «alle ultime Primarie abbiamo partecipato con convinzione a Piazza Grande, il comitato di coordinamento della campagna a sostegno di Zingaretti segretario, perché vogliamo ricostruire, come sta facendo lui, un campo progressista ampio che guardi non solo all’interno del partito, ma anche al mondo civico. Siamo perfettamente in sinergia con le altre realtà giovanili e nostri rappresentanti sono stati eletti in assemblea e in direzione, proprio a certificare la necessità che il partito si apra al mondo della società civile».

Il manifesto politico di Agorà Rimini è anche lo stesso di Rigenerazione Italia: «Vogliamo ricostruire un rapporto tra giovani e politica che non sia animato da un’azione, ma dal desiderio di costruire un’Italia e un’Europa migliore. Non crediamo che la democrazia si esaurisca nella rete, bensì che tragga forza dal confronto e dalla partecipazione delle persone. Piuttosto che una piattaforma Rousseau vogliamo costruire una piattaforma valoriale e programmatica che risponda alla richiesta di semplificazione e innovazione di cittadini e imprese», spiega meglio il giovane referente.
L’agorà vuole essere la “piazza” dei giovani cittadini riminesi che hanno idee ed energie per migliorare la città a 360 gradi. Dopo l’inaugurazione del 14 aprile, l’agorà si riunirà nella sua sede in centro a Rimini. «L’unica gerarchia saranno il merito, le competenze e le energie che ogni attivista personalmente investe».

Più in concreto «vogliamo sfidare e stimolare amministrazione e politica locale sui temi del degrado urbano, della cura ambientale, della viabilità, della pubblica sicurezza e dell’incentivazione del turismo, a cominciare dalla “rinascita” delle attività commerciali volte al divertimento. Il nostro punto di vista vuole essere il più ampio e condivisibile per i giovani riminesi, infatti l’agorà nasce proprio per accogliere altri punti di vista e dare vita a continui momenti di confronto e scambio, in un clima di ascolto e condivisione».

L’obiettivo è essere protagonisti della nuova fase del campo riformista italiano, così da rappresentare anche la generazione dei giovani appunti dai 19 ai 35 anni. «Vogliamo continuare a farci conoscere e ingrandirci, ma anche uscire pubblicamente con una serie di appelli che andranno a comporre il nostro programma per la città».

Francesca Valente

RiGenerazione Italia sbarca in Riviera: nasce Agorà Rimini - Foto 1