Marted 23 Aprile17:03:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

'Anima e coraggio', il presidente Ior Dino Amadori presenta il suo libro a Santarcangelo

Appuntamento alla biblioteca Bandini alle 17.30 con il secondo dei tre incontri dedicati alla sanità locale

Eventi Santarcangelo di Romagna | 16:03 - 10 Aprile 2019 Dino Amadori Dino Amadori.

Dopo gli incontri in diversi Comuni della Romagna, la presentazione del libro “Anima e coraggio. La mia vita contro il cancro” arriva anche a Santarcangelo. Il presidente dell’Istituto Oncologico Romagnolo, Dino Amadori, sarà infatti protagonista di un incontro dedicato al suo volume nel pomeriggio di giovedì 11 aprile alle ore 17,30 in biblioteca Baldini. La presentazione – in dialogo con il giornalista Nicola Strazzacapa – si concluderà con un rinfresco offerto dalle volontarie dello Ior.
 
L’appuntamento, promosso dallo Ior insieme all’associazione volontari e amici dell’Istituto Oncologico Romagnolo onlus con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, è il secondo di tre momenti che Santarcangelo dedica alla sanità locale e alla sua storia.
 
Il primo incontro “Il nostro ospedale. Una storia di comunità” – organizzato dall’associazione ‘Paolo Onofri’ in collaborazione con Pro Loco Santarcangelo, Avis e Ior – lo scorso 1° marzo al Lavatoio ha illustrato la storia del Franchini dagli anni ‘80 a oggi. Il terzo e ultimo appuntamento, invece, è in programma sabato 27 aprile alle ore 17,30 di nuovo alla Baldini, dove sarà presentato il volume “Fra storia e memoria. L’ospedale civile di Santarcangelo (1871-1998): le sue vicende, la sua evoluzione” a cura di Pier Angelo Fontana, Giorgio Ioli e Francesco Soldati (Il ponte Vecchio, 2019). All’incontro interverranno alcuni tra gli autori della pubblicazione: Dino Mengozzi, Stefano De Carolis, Giovanna Gazzoni e lo stesso Soldati.
 
“Il titolo ‘Anima e coraggio’ rispecchia le caratteristiche che si devono avere quando si intraprende una lotta contro quella che ritengo possa essere definita come la malattia più grave che l’umanità abbia dovuto affrontare e che dovrà affrontare”, spiega il professor Dino Amadori. “Ci vuole coraggio, perché non è detto che questa lotta porti a grandi soddisfazioni, e ci vuole anima perché si tratta di condividere coi pazienti dei problemi molto rilevanti e toccanti emotivamente”. 

Anima e coraggio. La mia vita contro il cancro – Il tumore maligno è la malattia più complessa che l’uomo abbia mai dovuto affrontare. Lo è scientificamente perché, al contrario di tutte le altre malattie, provoca un eccesso di ‘crescita’ cellulare e tessutale incontrollata che infiltra, erode e sostituisce i tessuti normali della persona provocandone, ancora troppo frequentemente, la morte. Questo libro è il racconto, in parallelo, della storia personale e professionale di chi dedica la propria intera esistenza alla lotta contro il cancro. E insieme dello sviluppo dell’oncologia, sia dal punto di vista scientifico sia dal punto di vista dell’organizzazione sanitaria. Un racconto che include la nascita e l’evoluzione dello Ior (Istituto Oncologico Romagnolo) e dell’Irst (Istituto scientifico Romagnolo per lo Studio e la cura dei Tumori) di Meldola. 

Dino Amadori – Oltre all’attività scientifica, consistente in oltre 380 pubblicazioni di ricerca, l’impegno di Amadori spazia dall’assistenza medica dei pazienti oncologici alla sensibilizzazione sul tema della prevenzione. Attività che lo hanno portato a fondare nel 1979 l’Istituto Oncologico Romagnolo e a promuovere nel 2000 la realizzazione dell’Istituto scientifico Romagnolo per lo Studio e la cura dei Tumori (Irst) di Meldola, oggi Istituto a carattere scientifico (Irccs).