Gioved 18 Luglio03:42:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Festa Polizia, gli agenti premiati: tra loro Luciano Baglioni e Roberta Rizzo

Baglioni fu in prima linea nella lotta alla banda della Uno Bianca, la Rizzo effettuò l'arresto dello stupratore Guerlin Butungu

Attualità Rimini | 15:26 - 10 Aprile 2019 Luciano Baglioni, Sostituto Commissario Coordinatore della Questura di Rimini Luciano Baglioni, Sostituto Commissario Coordinatore della Questura di Rimini.

In occasione della Festa della Polizia, il Questore di Rimini Francesco De Cicco ha effettuato le premiazioni degli uomini che si sono distinti in servizio nell'anno 2018. Di seguito i premiati.

ENCOMIO SOLENNE: all' assistente Capo Coordinatore Enrico Giuseppe Rossi. Si legge nella motivazione: "Evidenziando eccezionali capacità professionali e non comune determinazione operativa, libero dal servizio, espletava un’attività di soccorso che consentiva di trarre in salvo un bambino caduto accidentalmente in un laghetto artificiale in un parco pubblico. Cattolica, 4 maggio 2016".

ENCOMIO: al Sostituto Commissario Coordinatore Luciano Baglioni, all'Ispettore Superiore Eugenio Butini, ai tre Sovrintendente Capo Nicola Bennardo, Raffaele Sisca e Roberta Rizzo. Motivazione: "Evidenziando notevole intuito investigativo e spiccate capacità professionali, espletavano un’attività di polizia giudiziaria che consentiva di assicurare alla giustizia tre individui di origine rumena, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di omicidio e detenzione illegale di arma da fuoco e relative munizioni. Gorgonzola (MI), 26 maggio 2016".

ENCOMIO: ai sovrintendente Capo Piergiorgio Casulli e Roberta Rizzo; LODE al Sostituto Commissario Coordinatore Luciano Baglioni e all'Assistente Capo Donato Piarulli. Motivazione:  "Evidenziando spiccate capacità professionali e notevoli intuito investigativo, espletavano una articolata operazione di polizia giudiziaria che si concludeva con il deferimento all’Autorità Giudiziaria di un individuo di nazionalità russa, resosi responsabile del delitto di omicidio preterintenzionale. Rimini, 8 agosto 2016".

LODE: all'Assistente Capo Claudio Palumbo. Motivazione: "Con doti professionali e dedizione, si distingueva in un intervento di polizia giudiziaria conclusosi con l'arresto di un cittadino tunisino, responsabile del reato di lesioni personali gravissime e dl porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Brescia, 21 marzo 2016".

LODE: all'Assistente Capo Alberto Oppi. Motivazione: "Si distingueva in una attività di polizia giudiziaria che si concludeva con l'arresto di due individui, resosi responsabili dei reati di rapina aggravata, sequestro di persona ai danni di una giovane cittadina egiziana. Dava prova nella circostanza, di capacità professionali. Rimini, 27 maggio 2016".

LODE: all'Ispettore Superiore Eugenio Butini, al Sovrintendente Raffaele Sisca, all'Assistente Capo Luca D'Angelo. Motivazione: "Dando prova di capacità professionali e determinazione operativa, espletavano un'attività di polizia giudiziaria che si concludeva con l'arresto di due cittadini albanesi, responsabili di detenzione, al fine di spaccio, di sostanza stupefacente. Rimini, 9 luglio 2016".

LODE: all'Assistente Capo Claudio Palumbo e all'Assistente Matteo Riccardi. Motivazione: "Evidenziando capacità professionali e determinazione operativa, partecipavano ad una attività investigativa che si concludeva con l’arresto di due cittadini extracomunitari resisi responsabili del reato di rapina aggravata. Rimini, 29 luglio 2016".

LODE: al Sostituto Commissario Coordinatore Luciano Baglioni e al Sovrintendente Capo Roberta Rizzo. Motivazione: "Evidenziando capacità professionali e determinazione operativa espletavano una articolata attività investigativa che si concludeva con il deferimento all’Autorità Giudiziaria di due persone ritenute responsabili di lesioni gravissime. Rimini, 21 settembre 2016".