Luned 21 Ottobre15:21:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: un Piano del Verde urbano per limitare gli effetti dei cambiamenti climatici

Se ne parla Venerdì 12 Aprile a Rimini, ore 9-13 nella Sala del Giudizio, al Museo della città

Attualità Rimini | 15:07 - 10 Aprile 2019 Tempesta di pioggia e vento Tempesta di pioggia e vento.

I cambiamenti climatici sono ormai sotto gli occhi di tutti, riscaldamento globale, siccità ormai cronica e fenomeni meteorici estremi ne sono i segni evidenti: gli ultimi quattro anni sono stati quelli più caldi mai registrati negli ultimi secoli. La concentrazione di CO2 nell’atmosfera è arrivata nel 2018 a 408 ppm (parti per milione di volume ), nel 1750 a inizio Rivoluzione Industriale era di circa 277 ppm.  Uno scenario preoccupante, come rilevano dalla fondazione Cetacea di Riccione: "Il futuro del Pianeta, la nostra salute e la nostra economia sono a rischio. È sempre più urgente un’azione globale di conservazione del capitale naturale ancora esistente, ma servono azioni concrete, ora, non si può più rimandare". Si rileva in particolare che "in questa situazione le aree verdi hanno un ruolo importantissimo, specie nelle zone urbane, dove spesso anche la qualità dell’aria è carente, con sforamenti continui dei limiti di legge e rischi gravi per la salute".

IL RUOLO DELLE PIANTE. Spiega la fondazione cetacea: "Le piante contengono le ondate di calore, con l’ombreggiamento e l’immissione di umidità nell’ambiente; riducono le emissioni di CO2, producono ossigeno ed abbattono inquinanti e polveri sottili come Pm10 e 2,5. E sottraggono inquinanti dal terreno con le radici. Sono i servizi ecosistemici offerti dal verde per migliorare la qualità della vita urbana e il nostro benessere. In pratica, gli alberi diventano i veri climatizzatori e depuratori dell'aria nelle città.

IL CONVEGNO. Il 12 Aprile a Rimini è organizzato il convegno "Verso il Piano del Verde", ore 9-13 al Museo della città, organizzato dalle associazioni ambientaliste, con la partecipazione di esperti di alto livello, "come contributo a costruire una nuova sensibilità, una nuova cultura delle funzioni e importanza degli alberi e delle aree verdi nelle città", spiegano gli organizzatori. Al Convegno parteciperanno anche i rappresentanti dei comuni di Rimini, Riccione, Cattolica, Coriano, Poggio Torriana e Santarcangelo di Romagna.

L'INVITO AI COMUNI. Gli organizzatori del convegno chiedono un piano regolatore del verde: "Dobbiamo riqualificare le città con la natura, non con il cemento, cosi da renderle più adatte alla nostra vita e resilienti ai cambiamenti climatici"