Domenica 15 Settembre17:22:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, nel 2018 aumenta gettito Imu. Il debito scende sotto il tetto dei 100 milioni

Tempo di bilanci per l'amministrazione comunale: 'abbiamo aumentato gli investimenti di 5 milioni'

Attualità Rimini | 14:22 - 09 Aprile 2019 Palazzo Garampi di Rimini Palazzo Garampi di Rimini.

La giunta comunale di Rimini ha approvato il progetto di rendiconto della gestione 2018, il documento che delinea e verifica la realizzazione egli obiettivi programmati con il Bilancio di Previsione approvato dal consiglio comunale. L'amministrazione comunale, in una nota, rimarca la progressiva estinzione del debito: dai 141.352.322 euro del 2011 ai 91.263.271,88 del 31 dicembre 2018. Un calo di circa 50 milioni. In ambito di lotta all'evasione fiscale, il gettito Imu aumenta dai 5,3 milioni del 2017 ai 6,5 milioni del 2018. Il dato è al netto dell'Imu non corrispota da Eni sulle piattoforme (13 milioni): la situazione è ancora in piena incertezza dopo l'accoglimento del ricorso in commissione tributaria. Sul fronte Tari/Tares il Comune di Rimini ha recuperato 1,6 milioni di euro. 

INVESTIMENTI. L'amministrazione comunale evidenzia: "il Comune nel 2018 non ha arretrato sul capitolo investimenti. Nel 2018 sono stati attuati e interamente finanziati con risorse di competenza investimenti per 36,67 milioni contro i 31.421 dell’anno precedente. Tra le principali voci i motori culturali (Museo d’arte moderna e contemporanea, Teatro Galli, Museo Fellini), infrastrutture (Psbo-Vasca Ausa, scuola Montessori, prosecuzione di via Roma a Miramare)". Alla scuola, per istruzione e diritto allo studio, sono stati destinati 16,6 milioni. Azioni in ambito di famiglia, diritti e politiche sociali sono state invece finanziate con 24,9 milioni. "Il Comune di Rimini ha quindi chiuso il 2018 conseguendo l’obiettivo di pareggio di bilancio sancito dalla legge 243/2012 assicurando, al contempo, il pagamento dei debiti nei confronti dei fornitori", sottolinea l'amministrazione comunale. 


IL COMMENTO DELL'ASS.BRASINI. “Nonostante le incertezze, sia per la fase economica generale sia sul fronte dei trasferimenti statali e dei nuovi e sempre più stringenti vincoli di finanza pubblica, abbiamo chiuso come sempre un bilancio in equilibrio - commenta l'assessore al Bilancio Gian Luca Brasini - ma soprattutto siamo riusciti a raggiungere tutti gli obiettivi che ci siamo prefissati in termini di servizi per la comunità, di investimenti e di equità fiscale, nella prospettiva della tutela delle fasce più deboli e dello sviluppo strategico della città. Risultati possibili grazie ad una gestione equilibrata della spesa e al potenziamento dell’attività di recupero dell’evasione tributaria”.