Mercoledý 19 Giugno23:25:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Questura spostata in piazzale Bornaccini, altro passo: ma rimangono le polemiche

L'amministrazione comunale di Rimini non vuole rinunciare al recupero dell'immobile di via Bassi

Attualità Rimini | 14:29 - 08 Aprile 2019 Immobile di piazzale Bornaccini, futura sede della Questura di Rimini Immobile di piazzale Bornaccini, futura sede della Questura di Rimini.

La 3a commissione consiliare ha dato parere favorevole al trasferimento degli uffici della Questura nell'immobile di piazzale Bornaccini. Un passaggio procedurale, una formalità, nell'ambito di quanto stabilito nel patto sulla sicurezza sottoscritto nel 2017 da Prefettura, Comune e Provincia di Rimini alla presenza del Ministero dell'Interno. Patto sulla sicurezza che prevedeva però nel contempo il ripristino dello stabile di via Ugo Bassi, attualmente in stato di degrado, per dare vita alla cittadella della sicurezza, nuova sede non solo per la Questura, ma anche per la Polizia Stradale e la Guardia di Finanza. In una nota l'amministrazione comunale ricorda che il trasferimento della Questura in piazzale Bornaccini si è reso possibile anche grazie ai 700.000 euro investiti dal Comune di Rimini per il trasferimento in Corso d'Augusto del Centro per l'Impiego. Ma il vero nodo è la durata del trasferimento in piazzale Bornaccini: un trasfermento temporaneo e non permanente. L'amministrazione comunale ribadisce: "La cittadella della sicurezza deve andare in via Ugo Bassi", in polemica con l'attuale governo, in particolare contro la matrice leghista, tacciata di voler trasformare la soluzione transitoria, in soluzione permamente. "E in tal senso risulta difficilmente spiegabile l’atteggiamento e le parole di uomini del Governo e di forze politiche che su via Ugo Bassi ipotizzano di tutto, salvo non lavorare e attivarsi per l’unica soluzione scritta nelle carte, negli accordi, nei patti, nel buonsenso", si legge in una nota di palazzo Garampi.