Sabato 07 Dicembre11:10:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, con l'Albinoleffe finisce 1-1. Non bastano il primo gol di Piccioni e un ottimo Alimi

I biancorossi come con il Fano giocano un buon primo tempo, ma calano nella ripresa

Sport Rimini | 19:44 - 07 Aprile 2019 Il centrocampista del Rimini Alimi Il centrocampista del Rimini Alimi.

Mario Petrone rimanda l'appuntamento con la vittoria sulla panchina del Rimini. Secondo pareggio consecutivo per i biancorossi: un punto, quello di Bergamo, che lascia l'amaro in bocca, perché il Rimini visto nel primo tempo aveva mostrato una decisa superiorità, per poi calare fatalmente nella ripresa, come avvenuto con il Fano. Si è vista una squadra comunque diversa con Petrone, finalmente con le due punte, aggressiva sulla trequarti avversaria. Sono stati infatti molteplici i palloni persi dall'Albinoleffe, che però ha avuto il merito di non scomporsi nella sua terza linea, complice anche l'esperienza di capitan Gavazzi, sempre puntuale e lucido nelle chiusure. Petrone ha rinunciato al regista Palma, ma il pressing di Montanari e Alimi è stato determinante, in particolare l'ex Vicenza si è distinto come il migliore del Rimini. Sulle fasce Kalombo è partito in sordina, perdendo un paio di palloni nei primi cinque minuti, poi è emerso grazie alla sua predominanza fisica, mettendo in grave difficoltà Gelli, mentre Candido a sinistra non può cercare l'affondo sulla fascia, ma accentrandosi ha creato più di un pericolo, compreso il tiro cross che ha messo in difficoltà Cortinovis, preludio al gol di Piccioni. La rete a porta vuota rompe un digiuno, anche se al Rimini servirà di più dai suoi attaccanti in questo rush finale.

MANCATE LE 'FRECCE' PER LE RIPARTENZE. Nella ripresa Petrone ha messo in campo Arlotti, che però non è stato brillante e ha mancato un'occasione favorevole, mentre l'Albinoleffe ha calato l'asso Kouko dalla panchina. L'attaccante non è più la "furia" che si mise in luce nella Maceratese, ma ha saputo lasciare il segno. Sibilli, schierato a sorpresa al suo posto, è stato comunque uno dei pochi dell'Albinoleffe a disputare un buon primo tempo (in grande difficoltà invece Gelli e Romizi). Al contrario, in casa Rimini, Petrone non ha trovato il jolly dalla panchina; a questa squadra mancano tremendamente Simoncelli e Guiebre, il primo infortunato, il secondo lontano parente del giocatore determinante ammirato nei mesi scorsi, complice anche problemi fisici: la loro corsa, per sfruttare le ripartenze, sarebbe stata determinante. Dopo il pari con l'Albinoleffe, si riparte dal 4-4-2 con un buon Candido a sinistra. All'orizzonte c'è il Monza, che ha lasciato 3 punti al Gubbio e 3 punti alla Giana Erminio, due squadre in lotta per la salvezza. Non c'è due senza tre...