Domenica 15 Settembre17:30:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Comune di Coriano impone lo stop alla Petroltecnica e a Rovereta. Sindacati preoccupati

Venerdì il tribunale del riesame aveva respinto la richiesta della Procura di revoca del dissequestro

Attualità Coriano | 16:31 - 06 Aprile 2019 Operai Petroltecnica (foto di repertorio) Operai Petroltecnica (foto di repertorio).

Il Comune di Coriano ha emesso un'ordinanza di chiusura, con effetto immediato, delle sedi della Petroltecnica e Rovereta. Una decisione che ha suscitato le proteste delle organizzazioni sindacali Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil: da lunedì 8 aprile i lavoratori rimarranno a casa, per il blocco totale delle attività disposto dall'amministrazion comunale. I sindacati hanno chiesto e ottenuto convocazione urgente del tavolo di crisi in Prefettura: appuntamento a martedì 9 aprile. Dal punto di vista giudiziario, il 19 febbraio scorso era stato posto sottosequestro l'impianto della Rovereta, ma il ricorso dell'azienda aveva portato al successivo dissequestro. Venerdì 5 aprile il Tribunale del Riesame aveva giudicato inammissibile il ricorso della procura contro il dissquestro: "Notizia appresa in Rovereta, da parte dei dipendenti, con l'immaginabile sollievo, dopo mesi di incertezza e preoccupazione per il loro futuro lavorativo", spiegano i sindacati. Sempre venerdì i lavoratori in assemblea avevano deciso di mettere in comune le ore di permessi, costituendo un fondo ferie a disposizion di tutti, per evitare che alcuni lavoratori rimanessero a casa senza stipendio, il tutto in attesa del tempo necessario per il ripristino pieno dell'attività lavorativa. Ma ora la decisione del Comune di Coriano ha cambiato le prospettive.