Luned́ 16 Dicembre06:47:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cena di beneficenza a Novafeltria per aiutare un ragazzino a tornare a camminare

Appuntamento da Jolly La Matta martedì 9 aprile: ospiti Giorgio Manetti e Giorgio Iozzi di Uomini&Donne

Eventi Novafeltria | 15:05 - 04 Aprile 2019 Anna Bischi Graziani con il piccolo Aziz nell'ospedale di Rimini in occasione del primo intervento al piede Anna Bischi Graziani con il piccolo Aziz nell'ospedale di Rimini in occasione del primo intervento al piede.

Martedì 9 aprile alle 20.30 il ristorante Jolly La Matta di Novafeltria ospiterà un evento di beneficenza, una cena speciale ancora una volta dedicata alla raccolta di fondi per aiutare Aziz, ragazzo saharawi (area del Sahara occidentale che insiste su Marocco e Mauritania) che deve sottoporsi a un’altra delicata operazione per tornare finalmente a camminare. La serata si chiama “Insieme per Aziz” e vedrà come ospiti i partecipanti al programma televisivo “Uomini e Donne” Giorgio Manetti e Giorgio Iozzi ma anche il campione italiano di paracadutismo. Il costo della cena a base di prodotti tipici casertani (con le mozzarelle fatte sul momento) è di 25 euro. I fondi raccolti (per ogni coperto, 10 euro saranno trattenuti per far fronte ai costi vivi della cena mentre 15 andranno in beneficenza) saranno incassati dalla onlus Rio de Oro Montefeltro, che si impegnerà a raccoglierli per Aziz. Ad allietare la serata la musica di un chitarrista partenopeo. L’idea di organizzare l’evento è di Anna Bischi Graziani. I posti sono limitati: per prenotarli chiamare lo 0541 926345 oppure il 334 3615032.

Aziz è un ragazzino di 10 anni che vive nei campi profughi a sud dell'Algeria, del deserto del Sahara nord-occidentale. In Italia è venuto 2 anni fa per essere operato al piede torto, l'anno scorso è venuto per fare dei controlli e quest'anno deve fare la rotazione del femore per evitare la sedia a rotelle. Nei campi dove vive ci sono migliaia di persone ma un unico centro infermieristico. Tutti vivono in tende o capanne di fortuna, costruite sul momento e poco resistenti alle intemperie. Aziz sta attendendo il passaporto sanitario per ritornare in Italia e affrontare la seconda operazione.