Gioved 27 Giugno10:58:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Magliette come quadri, in Valmarecchia arrivano le t-shirt-opera di "Ottoinfinito"

Il ricavato sarà in parte devoluto alla solidarietà, progetto nato da un'idea della Riminese Patrizia Rovere

Attualità Novafeltria | 14:58 - 03 Aprile 2019 Patrizia Rovere ideatrice del progetto Patrizia Rovere ideatrice del progetto.

Il “Progetto Ottoinfinito” nasce da un’idea di Patrizia Rovere, con l’obiettivo di divulgare “La cultura attraverso la moda” e destinare parte del conseguente auspicabile profitto alla solidarietà e alla beneficenza. Disegni unici e personalizzati, realizzati su tutti quei tessuti adatti ad essere indossati come T-shirt, maglie a maniche lunghe e felpe. Ogni “T-shirt-/-opera” potrà essere accompagnata, nella sua confezione (sacca), da un “opuscolo” in cui verrà narrata, in breve, la biografia della personalità illustre, completa della descrizione delle sue maggiori realizzazioni.
Contemporaneamente veniva concepito e realizzato un simbolo, denominato Ottoinfinito, depositato ufficialmente nel 2014, sotto forma di logo, e ideava altresì gli usi cui poterlo destinare. Con il logo e l’idea della cultura attraverso la moda venivano poste le basi per un progetto originale molto importante.
La cultura attraverso la moda.
Da poco più di un secolo a questa parte prima i mass media e poi la rete hanno messo a disposizione dell’umanità una vastissima quantità di informazioni non di rado scorrette o superficiali tanto da rendere paradossalmente difficile risalire alle origini o alla conoscenza di invenzioni o scoperte, di sculture o pitture, di opere letterarie, poetiche, musicali (e quant’altro), e dei loro autori, provocando talvolta (o spesso) confusione tra opere e personaggi, forse proprio perché le informazioni sono davvero troppe, disorganizzate e spesso di dubbia origine.
L’idea di Patrizia era quella di rendere semplice l’accesso a tutte quelle notizie, storiche o contemporanee, che in modo immediato, chiaro e sintetico, possono “raccontare” e/o “ricordare” un personaggio attraverso un ritratto e poche, ma significative, parole. La sintesi come ritorno all’essenza e alla autenticità.
La cultura attraverso la moda potrà con semplicità, immediatezza e talvolta con ironia e simpatia, fornire un contributo immediato proprio alla conoscenza di personaggi e delle loro opere che hanno permesso di scrivere la storia dell’umanità, in ogni campo.
Pitture personalizzate create in tre linee differenti per ogni gusto, da veri professionisti come Sarita, Elena e Jody, brevi frasi (aforismi o citazioni famose) e simboli, possono quindi generare curiosità, aprire, a chi non sa, la porta della conoscenza, e consentire, a chi sa già, di rispolverare quegli argomenti oggetto di studio.
Ecco come l’idea de “La cultura attraverso la moda”, è diventata realtà. E così la moda diventa uno strumento di comunicazione diverso, originale. Un territorio inesplorato che può aprire nuovi scenari, nuovi orizzonti.
Il secondo scopo del progetto “Ottoinfinito” è un contributo economico e finanziario ad un’associazione locale, la Rio de Oro Montefeltro Onlus, dedita al sostegno dei bambini del popolo Saharawi.
Attualmente il sito aziendale è on-line ed è operativo. I capi di abbigliamento possono essere visionati consultando l’indirizzo www.ottoinfinito.design e acquistati attraverso l’indirizzo shop.ottoinfinito.design. Grazie alla disponibilità del sindaco del Comune di San Leo e alla società San Leo 2000 S.r.l., le T-shirt, su cui sono raffigurati i più famosi personaggi del Montefeltro, ossia il Duca di Urbino, il Sigismondo Pandolfo Malatesta e il Conte di Cagliostro, oltre a Dante Alighieri e a Raffaello Sanzio, sono esposte presso l’ufficio turistico del Paese. Sara Ferranti