Sabato 14 Dicembre22:51:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cattolica, esercenti preoccupati: 'incomprensibili le nuove tariffe sulla tassazione dei rifiuti'

Incontro informativo lunedì 8 aprile alle 16 al Park Hotel. Ci sarà il sindaco Mariano Gennari

Attualità Cattolica | 12:28 - 01 Aprile 2019 Il presidente di Confcommercio Cattolica, Giacomo Badioli Il presidente di Confcommercio Cattolica, Giacomo Badioli.

La delegazione Confcommercio di Cattolica ha organizzato per lunedì 8 aprile alle ore 16:00 un incontro pubblico al fine di approfondire il nuovo sistema di raccolta rifiuti e la relativa Tariffa Corrispettiva Puntuale per le utenze non domestiche. L’incontro, che si terrà al Park Hotel (lungomare Rasi Spinelli, 46 – Cattolica) è aperto a tutti con ingresso gratuito. Dopo l’introduzione del presidente di Confcommercio Cattolica, Giacomo Badioli, interverranno il sindaco Mariano Gennari e Roberto Fabbri, Area Manager Hera Rimini. Al termine spazio per le domande.
“Abbiamo organizzato questo incontro pubblico – spiega Giacomo Badioli, presidente della delegazione di Confcommercio Cattolica - per ottenere chiarezza e fugare le grandi preoccupazioni che animano le imprese del nostro comune nell’affrontare il nuovo metodo di raccolta rifiuti e soprattutto la nuova Tariffa Corrispettiva Puntuale. Negli ultimi 10 anni le tariffe sono cresciute del 30% e ora ci troviamo in difficoltà davanti a nuove modalità ancora non comprensibili. Nonostante il servizio sia partito a gennaio, non conosciamo ancora le tariffe e sull’argomento, come rappresentanti delle imprese del territorio, non siamo stati interpellati preventivamente. Non siamo d’accordo sul metodo, nutriamo molte perplessità sulla reale possibilità di evitare ulteriori aumenti e siamo preoccupati sull’impatto di questa nuova tariffa sulle imprese. La prima cosa che chiederemo sarà di applicare la nuova tariffazione puntale da aprile (ovvero dopo aver avuto spiegazioni e dopo aver dunque capito le regole del gioco) e non dal gennaio scorso come previsto, considerando che le imprese non erano state informate delle nuove pratiche da adottare e molte di esse in pochi mesi hanno già sforato i limiti di conferimento previsti. Ci auspichiamo che da questo incontro arrivino chiarimenti veri, esempi e previsioni di spesa concreti, anche in relazione al recente passato. Ci auguriamo altresì un cambio di metodo che consenta alle rappresentanze delle imprese un confronto chiaro prima di adottare misure che portano cambiamenti radicali e un’apertura sulla ridiscussione delle tariffe se dovessero risultare incongrue. Ringraziamo intanto il sindaco Gennari per la disponibilità a sedersi con noi al tavolo facendo da tramite con il gestore”.