Sabato 20 Aprile05:38:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM: il Murata batte la Libertas 2-1 e il Fiorentino il Pennarossa: accedono ai play-off

Cinquina del Faetano sul San Giovanni, successi del Domagnanoe e del Tre Penne

Sport Repubblica San Marino | 22:41 - 31 Marzo 2019 Michele Pieri, attaccante del Murata (foto FSGC) Michele Pieri, attaccante del Murata (foto FSGC).

Non sono mancate davvero le emozioni nell’ultima giornata della regular season di campionato, ed in particolare in quelle gare – tra Q1 e Q2 – con in palio punti pesanti nella corsa agli ultimi biglietti per i play-off. Il programma della 21° giornata si è aperto al sabato con i tre incroci del Q2. Dagli esiti di Juvenes-Dogana – Cailungo e Tre Penne-Cosmos si sarebbe scoperto l’epilogo della questione spareggio, ed ecco perché l’attenzione generale era concentrata tutta su queste due sfide, con San Giovanni-Faetano invece fuori dalle luci dei riflettori per ovvi motivi di classifica.

La Juvenes-Dogana era certa di prendere parte almeno allo spareggio, ma una sua vittoria combinata con la sconfitta del Cosmos l’avrebbe proiettata direttamente alle fasi finali. Ebbene, ad un certo punto sembrava che le cose dovessero andare proprio così, perché mentre il Cosmos soccombeva sotto i colpi della capolista, i biancorossoazzurri si portavano in vantaggio su un Cailungo costretto alla vittoria tenere vive le proprie speranze play-off. Correva il minuto 67’ e ad annullare l’ipotesi spareggio era stata la rete di Luca Sorrentino. In coda al match, però, il Cailungo ritrova il pari con il colpo di testa di Maicol Acquarelli, utile per dare il via ad un assalto alla disperata che nel finale di gara espone giocoforza i rossoverdi ai contropiede avversari. E in effetti, nel recupero, la formazione di Mancini sfrutta proprio una ripartenza per andare in rete con Fabio Cuomo ma la terna invalida tutto per offside, scatenando le proteste di una Juvenes che si giocherà le sue carte mercoledì prossimo con i “cugini” gialloverdi.

Quest’ultimo con una vittoria avrebbe dormito sonni tranquilli, invece incappa in una larga sconfitta che sarebbe potuta costare carissima se dall’esito di Juvenes-Cailungo non fosse uscita la “X”. Il Tre Penne fa capire fin da subito di non aver intenzione di fare sconti all’avversario, e infatti dopo un quarto d’ora è già avanti di tre reti grazie agli acuti di Nicola Gai, Stefano Fraternali e Raul Ura. Il Cosmos non trova la reazione di cui avrebbe estremo bisogno, mentre la capolista decide di affondare anche il quarto colpo nel finale di gara, quando all’elenco dei marcatori di giornata si iscrive pure Michael Angelini.

Come detto, San Giovanni-Faetano era ininfluente ai fini della corsa allo spareggio. Tuttavia l’esito di questa gara partorisce un lieve sommovimento di classifica, perché il Faetano – che stravince 5-1 – si ritrova a chiudere la stagione regolare davanti al Cailungo, con il quale condivide il numero di punti ma sul quale domina dal punto di vista della differenza reti generale. Il pokerissimo gialloblù viene inaugurato all’8’ da Leonardi Magnani, che poi si ripete nel secondo tempo dopo i centri di Simone Ugolini e Daniele Frigulietti. Ugolini troverà nuovamente la via del gol nel finale di gara, mentre il San Giovanni batterà un unico colpo con Cannini, autore del provvisorio 1-3.

Succedono tante cose anche negli incroci domenicali del Q1, dove a tenere banco era soprattutto la questione su chi tra Pennarossa, Murata, Fiorentino e Domagnano avrebbe fatto propri gli ultimi due pass ancora in palio. Alla fine ad esultare sono Fiorentino e Murata, due formazioni entrambe padrone del padroni del proprio destino, nel senso che vincendo non avrebbero dovuto preoccuparsi dei risultati altrui. Il Fiorentino, in particolare, aveva di fronte a sé una diretta rivale, ossia quel Pennarossa che fino a ieri entra dentro la zona nobile del girone. I biancorossi di Chiesanuova, però, si devono arrendere alla doppietta di Simone Rossi, a segno una volta per tempo.

Il Murata invece partiva dall’interno della zona play-off, sebbene potesse fare tutto tranne dormire fra due guanciali. La vittoria, come detto, era l’unico modo per non dover sperare in risultati “amici”, e i bianconeri compiono questa missione mettendoci tanto carattere, dal momento che alla mezz’ora di gioco la Libertas complica maledettamente i piani della banda di Gori trovando il vantaggio con Michael Battistini. Marco Cecchetti, però, impiega meno di dieci minuti per rimettere le cose a posto, dando di fatto il là ad un sorpasso che si materializza nella ripresa e con la firma di Michele Pieri. Murata che non solo chiude nella zona play-off ma che guadagna anche due posizioni, perché i bianconeri alla fine saranno quarti davanti a Libertas e Fiorentino.

Il Tre Fiori si giocava la seconda posizione a distanza con la Folgore, ma La Fiorita si rivela avversario troppo duro per i denti dei ragazzi di Cecchetti, alla fine piegati 3-0 e costretti ad accontentarsi della terza piazza. A scrivere il risultato, le reti di Fabrizio Castellazzi, Danilo Rinaldi e Alessandro Guidi. Infine, doccia amarissima per un Domagnano che era costretto alla vittoria ma anche a sperare che dagli altri campi arrivassero risultati amici. I ragazzi di Protti, impegnati con la Folgore, vanno sotto di due reti e poi – sfruttando la superiorità numerica – ribaltano completamente il verdetto, ma per loro sfortuna il Murata e il Fiorentino fanno proprio quello che – dal punto di vista giallorosso – non avrebbero dovuto fare, costringendoli così a chiudere la regular season in ultima posizione, dunque fuori dai play-off.

A Domagnano sono Lorenzo Dormi e Francesco Bossa a scrivere il provvisorio 2-0 per la Folgore, ma Rivolino Gavoci riapre i giochi poco oltre la metà della prima frazione. Scavallata l’ora di gioco Andrea Sabbadini si prende il secondo giallo lasciando i giallorossoneri in dieci, ed è allora che il Domagnano mette sul campo una reazione rabbiosa che lo conduce a segnare tre reti nello spazio di una manciata di minuti, con Paolo Rossi e Nicolò Angelini (doppietta) cofirmatari del pareggio e del doppio vantaggio giallorosso. La Folgore poi si riavvicina con l’acuto di William Innocenti, non sufficiente ad evitare una sconfitta la quale risulta tuttavia indolore per i giallorossoneri, che chiudono in seconda posizione grazie al k.o. del Tre Fiori.

Mercoledì sera (ore 20:45) Juvenes-Dogana e Cosmos si sfideranno per stabilire chi sarà l’ottava squadra qualificata ai play-off. Questi ultimi prenderanno il via alla fine di aprile con le gare di andata dei quarti di finale. Ecco gli incroci già certi: Libertas-Murata, Tre Fiori-Fiorentino, Tre Penne-Folgore. La Fiorita sfiderà la vincente dello spareggio.