Marted́ 21 Maggio07:06:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, mister Petrone: 'Ottimo il primo tempo, meritavamo il gol. Poi pagata la stanchezza'

Il tecnico: 'Sempre con quell'atteggiamento'. In campo senza maglia a scacchi: accontentata la Curva

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 21:17 - 31 Marzo 2019 Mario Petrone allenatore del Rimini in conferenza stampa dopo la gara con il Fano Mario Petrone allenatore del Rimini in conferenza stampa dopo la gara con il Fano.

Non basta neppure il cambio di panchina (Mario Petrone è il quarto mister della stagione) a dare la scossa al Rimini nello scontro diretto col Fano. E si finisce con la squadra - nel frattempo è stato inserito in rosa Luigi Palumbo, classe 1991 da tempo in prova: col Fano era in panchina - contestata a fine partita all'uscita dal cancello dello stadio Romeo Neri.

In sala stampa mister Mario Petrone osserva: “Per il primo tempo devo fare i complimenti alla squadra, ha fatto qualcosa di incredibile per come ha interpretato quello che abbiamo preparato in settimana sotto il profilo tattico. Il rammarico è di non essere arrivati al gol pure creando le condizioni per segnare – spiega Petrone – e che avremmo meritato. Avremmo dovuto fare altrettanto nella ripresa almeno per una ventina di minuti, invece abbiamo pagato lo dispendio di energie soprattutto nervose. Abbiamo smarrito la lucidità necessaria, la fase propositiva e il fraseggio non sono stati efficaci come nel primo tempo. Sulle seconde palle non siamo stati vincenti. Comunque c'è anche da dire che giocare contro una difesa a cinque è molto difficile e ne sa qualcosa anche la Feralpi che nello scorso turno ha faticato contro i granata. Domani comunque coi miei collaboratori valuterà i parametri per valutare anche la condizione fisica”.

Sul mancato impiego di Palma spiega: “Per le sue caratteristiche fisiche sarebbe stato il giocatore ideale di un centrocampo a tre, con soli due centrocampisti avremo pagato dazio sotto il profilo fisico. Anche col suo ingresso, però, sotto il profilo del fraseggio non siamo migliorati".
La lotta salvezza si è complicata per il Rimini, eppure il nuovo tecnico guarda al bicchiere mezzo pieno: “Non possiamo permetterci di giocare per non perdere e basta, su ogni campo dobbiamo cercare di fare il massimo e così sarà. Ho visto tanta abnegazione e voglia e questo è un ottimo segnale. Che ci fosse da lavorare lo sapevo e lo faremo tutti”. Patrone glissa sulla scelta della maglia indossata, non quella solita a schacchi come sempre nelle partite in casa, proprio come volevano i tifosi della Curva Est alal viglia non ritenendo la squaadra degna di vestire i colori simbolo della città: in sala stampa filtra che la decisione è stata del patron Grassi evidentemente per tendere la mano ai tifosi. Ai supporter si rivolge il tecnico: “Spero che tutti ci supportino per arrivare al traguardo finale”.

GLI AVVERSARI Il tecnico del Fano Fabio Brini commenta: “Nel primo tempo abbiamo subito il Rimini che avrebbe potuto segnare, nella ripresa abbiamo avuto più coraggio ma non una dose di convinzione tale da cercare il gol per vincere la partita. Dobbiamo metterci in testa che non prendere gol non basta, dobbiamo cercare il bottino pieno sempre. Sotto questo punto di vista è fondamentale il successo nel recupero di mercoledì contro la Fermana”. Magli e Celli dicono: “Ci salveremo se saremo quelli della ripresa”.

Stefano Ferri 

Nell'audio le interviste ai tedcnici Mario Petrone e Fabio Brini

ASCOLTA L'AUDIO
Rimini Calcio, mister Petrone: 'Ottimo il primo tempo, meritavamo il gol. Poi pagata la stanchezza' - Foto 1
Rimini Calcio, mister Petrone: 'Ottimo il primo tempo, meritavamo il gol. Poi pagata la stanchezza' - Foto 2
Rimini Calcio, mister Petrone: 'Ottimo il primo tempo, meritavamo il gol. Poi pagata la stanchezza' - Foto 3
Rimini Calcio, mister Petrone: 'Ottimo il primo tempo, meritavamo il gol. Poi pagata la stanchezza' - Foto 4
Rimini Calcio, mister Petrone: 'Ottimo il primo tempo, meritavamo il gol. Poi pagata la stanchezza' - Foto 5