Martedý 12 Novembre00:56:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coppi e Bartali, epilogo a sorpresa: Robeet beffa Bjerg e Mosca. Hamilton si conferma leader

L’ultimo atto della gara ciclistica, domenica, ripropone quella che fu la tappa decisiva dell’edizione 2017: la Fiorano Modenese-Sassuolo

Sport Emilia Romagna | 17:26 - 30 Marzo 2019 Robeet taglia il traguardo della quarta tappa della Coppi Bartali Robeet taglia il traguardo della quarta tappa della Coppi Bartali.

Epilogo a sorpresa per la quarta tappa della Settimana Internazionale Coppi e Bartali: sul traguardo di Crevalcore (Bologna) ha vinto il belga classe ‘94 Ludovic Robeet (Wallonie Bruxelles), che ha preceduto il danese Mikkel Bjerg (Hagens Berman Axeon) e l’azzurro Jacopo Mosca (in gara con la Nazionale), protagonisti di una fuga nata dopo 10 dei 171 chilometri previsti, sulla quale il gruppo non è riuscito a chiudere per una trentina di secondi.

Leader della generale resta l’australiano Lucas Hamilton, davanti ai compagni di squadra Damien Howson e Nicholas Schultz (a 16"), mentre Mikel Landa (Movistar) è quarto a 22". Decisiva dunque la tappa di domani, l’ultima, da Fiorano Modenese a Sassuolo. 


La lunga fuga che ha caratterizzato questa terza frazione della gara organizzata dal Gruppo Sportivo Emilia di patron Adriano Amici, 171 km co partenza e arrivo a Crevalcore, è nata dopo una decina di chilometri grazie a otto uomini: oltre ai tre poi andati sul podio, ne facevano parte anche Lachlan Morton (EF Education First), Thibault Guernalec (Arkea Samsic), Patryk Stosz (CCC Development), Antonio Di Sante (Sangemini Trevigiani Mg K Vis) e Simone Sterbini (Giotti Victoria Palomar). Toccato un vantaggio massimo di 8’7” al chilometro 33, il distacco è poi calato gradualmente, finché a 15 chilometri dal traguardo, con il gruppo a 52”, Robeet, Bjerg (iridato in carica della crono Under 23) e Mosca hanno rilanciato l’azione, mantenendo un margine sul gruppo di circa un minuto, che non è neppure riuscito a superare gli altri cinque reduci della fuga, i quali hanno occupato le posizioni dalla quarta all’ottava. A Manuel Belletti (Androni Giocattoli) la volata del plotone, a 31” dal vincitore. 


Oltre alla maglia “E-R vince lo sport” di leader della generale, Lucas Hamilton mantiene pure quella “Felsineo” di miglior giovane. Invariate anche le altre classifiche: quella a punti (maglia “Selle SMP”) vede al comando Alexander Kamp (Riwal Readynez Cycling Team), quella degli scalatori (maglia “Sidi”) ha come leader Giovanni Visconti (Neri Sottoli – Selle Itaia – Ktm). 


L’ultimo atto della Settimana Internazionale Coppi e Bartali, domani, ripropone quella che fu la tappa decisiva dell’edizione 2017: la Fiorano Modenese-Sassuolo vinta dal francese Lilian Calmejane (153 chilometri totali) L’ultima tappa si snoderà attraverso due differenti circuiti: il primo, di 26.3 km, caratterizzato dalla doppia ascesa al Monte Evangelo (pendenze tra l’8 e il 10%); il secondo, che conduce direttamente a Sassuolo e misura 23.4 km da ripetere per quattro volte, presenta l’ascesa al Valico di Fazzano (2 km al 16%), con l’ultimo scollinamento a 12 km dall’arrivo.