Luned́ 20 Maggio03:17:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rompono a calci il vetro della parafarmacia: coppia condannata a sei mesi

Si tratta di un 29enne napoletano, domiciliato a Rimini e di una 26enne di Santarcangelo

Cronaca Rimini | 07:13 - 31 Marzo 2019 La stazione di Rimini di notte La stazione di Rimini di notte.

Avevano infranto il vetro della parafarmacia della stazione ferroviaria di Rimini, poi avevano fatto resistenza agli agenti della Polfer intervenuti a fermarli. Due giovani sono stati condannati a 6 mesi di reclusione per il reato di resistenza a pubblico ufficiale: si tratta di un 29enne napoletano, domiciliato a Rimini e difeso dall'avvocato Valentina Baroni, e di una 26enne di Santarcangelo, difesa dall'avvocato Lucia Varliero. La sentenza di primo grado è stata confermata in appello.  

I FATTI. Il 29 settembre del 2012, intorno alle dieci, i due giovani infransero a calci il vetro della parafarmacia, per futili motivi. Furono alcuni viaggiatori presenti in stazione a chiamare la Polfer, che grazie alle loro testimonianze, individuò i due vandali. Il 29enne cercò di nascondersi dietro un cartellone pubblicitario, ma fu scoperto e bloccato. A quel punto intervenne la 26enne e ci fu una colluttazione. I due cercarono infatti di liberarsi dai poliziotti per scappare, senza riuscirci. Nella concitazione il ragazzo pronunciò anche una frase di minacce verso i poliziotti: "Liberatemi o vi ammazzo e vi spacco tutte le vostre automobili". Per la loro condotta, la pubblica accusa aveva chiesto condanna a 7 mesi. Assoluzione dall'accusa di danneggiamento, in quanto il reato è stato depenalizzato.