Giovedý 27 Giugno11:18:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Angela Ottaviani di Riccione ha vinto la Twingo in palio per la lotteria solidale Ior

E' stata un'edizione di successo, con un incasso di oltre 38.000 euro a fronte di circa 12.000 biglietti venduti

Attualità Rimini | 16:11 - 29 Marzo 2019 La Renault New Twingo vinta da Angela Ottaviani di Riccione La Renault New Twingo vinta da Angela Ottaviani di Riccione.

Nella giornata di giovedì 28 marzo è stato consegnato il primo premio della Lotteria Solidale IOR, evento che caratterizza ormai da qualche anno le festività di fine anno della provincia di Rimini. Angela Ottaviani, signora di Riccione e titolare del biglietto vincente numero 18.196, ha potuto così ritirare presso la Concessionaria Ren-Auto Piraccini, partner dell’iniziativa, il riconoscimento più ambito: la vettura Renault New Twingo del valore di circa 13.000 euro. La cerimonia è avvenuta alla presenza del titolare della concessionaria, Giovanni Piraccini, e di Fabrizio Miserocchi, Direttore Generale dell’Istituto Oncologico Romagnolo.  
 
Il titolo dell’iniziativa, “A Natale vinci per aiutare”, fotografa appieno il senso dell’evento: ogni anno, infatti, la lotteria si associa a un progetto di lotta contro il cancro. Per l’edizione 2018 tutte le entrate sono state utilizzate per sostenere il progetto di immunoterapia cellulare avanzata portata avanti dal team del dott. Massimo Guidoboni presso l’Irst Irccs di Meldola: una opportunità terapeutica nuova ma che ha già portato a grandi risultati, come sancito dall’attribuzione del premio Nobel per la Medicina 2018 ai due ricercatori che più di ogni altro hanno contribuito a svelare i meccanismi con cui il cancro si difende dalle nostre difese immunitarie. «Uno studio scientifico recente ha stabilito come ogni giorno, nel corpo di ciascuno di noi, si formano circa cento cellule potenzialmente in grado di dar luogo a una neoplasia – spiega proprio il dott. Guidoboni – ma il nostro sistema immunitario risulta solitamente molto efficiente nel riconoscerle e ucciderle prima che possano svilupparsi. Tuttavia, di tanto in tanto, qualcosa può eluderne la sorveglianza, a causa delle controffensive che la malattia mette in atto. Sotto la definizione di immunoterapia ricadono una serie di modalità terapeutiche che vanno a colpire meccanismi diversi a seconda dei farmaci utilizzati; ciò che hanno in comune è la caratteristica di voler utilizzare il sistema immunitario per sconfiggere e uccidere le cellule tumorali.».
 
L’edizione 2018 è stata come di consueto un successo, con un incasso che supera i 38.000 euro a fronte di circa 12.000 biglietti venduti. Vale la pena ricordare come le spese dell’evento siano state interamente coperte grazie al sostegno di partner come Ren-Auto Piraccini, Le Befane Shopping Centre, Società Gas Rimini, Banca Malatestiana e Bagno 26-Tiki, e che quindi non un centesimo di quelli ricavati verrà sottratto alla ricerca scientifica riguardante l’immunoterapia.