Luned́ 21 Ottobre18:01:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio: rissa tra tifosi di Giovane Cattolica e Medicina, sei Daspo

Provvedimento per ultras delle due squadre che militano nel girone B del campionato di Eccellenza

Cronaca Cattolica | 22:43 - 28 Marzo 2019 Campo da calcio, foto di repertorio Campo da calcio, foto di repertorio.

Sei 'Daspo' - il provvedimento che vieta di assistere a manifestazioni sportive - hanno raggiunto altrettanti tifosi di due squadre che militano nel girone B del campionato di Eccellenza. Si tratta di quattro ultras del 'Giovane Cattolica' (età compresa fra i 20 e i 29 anni) e due del 'Medicina Fossatone' (di 53 e 60 anni) , protagonisti di scontri avvenuti lo scorso 21 ottobre durante la sfida giocata a Medicina e conclusa con un 2-1 per la squadra bolognese. A fine gara era scoppiata una rissa fra le due tifoserie, con tentativi di invadere i settori opposti, lancio di oggetti e accensione di fumogeni. Il 60enne sostenitore del Medicina era stato colpito alla testa con l'asta di una bandiera da un 20enne ultras del Cattolica, facendo partire un lancio di lattine contro la propria tifoseria. Il giudice sportivo aveva multato per 250 euro la società 'Giovane cattolica' e sul posto erano intervenuti i Carabinieri. E' stata la Divisione Anticrimine della Questura di Bologna a emettere i 'Daspo'. I provvedimenti hanno una durata da due a tre anni. Per i due tifosi del Medicina c'è solo il 'Daspo', mentre per alcuni dei sostenitori del Cattolica sono scattate anche denunce per percosse e porto illegale di oggetti atti ad offendere.