Marted́ 21 Maggio08:11:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Maxi sequestro in un grande magazzino gestito da un cinese a Riccione

I finanzieri hanno sequestrato 1400 pezzi tra orecchini, collane, bracciali e articoli di bigiotteria

Cronaca Riccione | 13:37 - 28 Marzo 2019 Controllo della Guardia di Finanza Controllo della Guardia di Finanza.

Blitz della Guardia di Finanza a Riccione, in un magazzino di articoli di casalinghi, bigiotteria, cancelleria e prodotti elettrici, il cui gestore è un cittadino cinese. Le 'Fiamme gialle' hanno sequestrato 1400 pezzi, tra orecchini, collane, bracciali, altri articoli di bigiotteria non conformi alla normativa italiana ed europea, in quanto mancanti di  elementi specifici, relativi alle etichette, alla composizione qualitativa ed al confezionamento; alle avvertenze d’uso in lingua italiana o dell’indirizzo e degli estremi del produttore e importatore europeo.  Il gestore del negozio è stato segnalato alla Camera di Commercio: verrà sanzionato e saranno confiscati tutti i prodotti posti già sotto sequestro. I finanzieri hanno avviato i necessari controlli alle dogane, in merito alla provenienza dei prodotti.

NOTA DEL COMANDO PROVINCIALE DELLA  GDF. "L’attenzione della Guardia di Finanza nello specifico settore è massima in quanto la contraffazione ed il commercio di prodotti non genuini e insicuri non solo danneggiano il mercato penalizzando gli imprenditori onesti ma, nello specifico, trattandosi di prodotti il cui uso prevede un contatto diretto con la pelle, l’indicazione non chiara o assente dei materiali utilizzati, impedisce al consumatore di adottare le dovute precauzioni in relazione all’eventuale presenza di sostanze pericolose".