Giovedý 27 Giugno11:44:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Volley, nazionale maschile di San Marino impegnata in un torneo a Modena

Partite in vista dei Giochi dei Piccoli Stati 2019, sconfitta nella prima semifinale

Sport Repubblica San Marino | 07:52 - 28 Marzo 2019 Nazionale sammarinese Volley Nazionale sammarinese Volley.

I Giochi dei Piccoli Stati 2019 si avvicinano (si terranno in Montenegro dal 27 maggio al primo giugno) e le nazionali sammarinesi di pallavolo intensificano i loro impegni in vista dell’importante appuntamento biennale. La nazionale maschile, sotto la guida del commissario tecnico Stefano Mascetti, ha esordito mercoledì sera a Modena in un torneo molto impegnativo al quale partecipano tre squadre di serie B della Ghirlandina: Anderlini, Azimut e Villa d’Oro. La formula è quella solita per questi tornei ma diluita nel tempo, visti gli impegni di campionato delle squadre nei week-end.

Mercoledì sera, come detto, la nazionale sammarinese ha affrontato nella prima semifinale il Villa d’Oro, uscendo sconfitta per 3 a 0 (14, 14, 15) con il solo Farinelli (13), in doppia cifra.

La seconda semifinale, tra Anderlini e Azimut, si giocherà mercoledì 3 aprile mentre il giorno dedicato alle finali per il primo e il terzo posto è mercoledì 17 aprile. Si gioca sempre a Modena.

Per questo impegno il Ct Mascetti ha convocato nove giocatori: Matteo Lombardi e Marco Rondelli (palleggiatori); Davide Bacciocchi (libero); Alessandro Peroni, Elia Lazzarini e Matteo Bernardi (centrali); Nicolas Farinelli, Ian Kiva, e Andrea Lazzarini (bande). Convocati ma non disponibili il libero Lorenzo Benvenuti (che gioca in A1 con Modena) e il centrale Matteo Zamagni (con Spoleto in A2).

Sulla partita Mascetti ha detto: “Non siamo andati male, tenendo conto della qualità dei giocatori del Villa d’Oro vedi Sala, per tanti anni in A1 col Modena, e Corvetta che ha palleggiato per tante stagioni in A1 e A2”.

“Si tratta di un impegno molto difficile per i nostri ragazzi, perchè giocano con squadre che viaggiano a metà classifica in serie B. – Spiega il presidente federale Gian Luigi Lazzarini. – Del resto, la volontà della Federazione, in accordo con il Cons, è di alzare il livello di competitività delle nostre nazionali: affrontare avversari forti non può che farci crescere”.