Marted 20 Agosto01:29:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un progetto per educare i giovani studenti di Rimini a essere cittadini del mondo

Incentrato sul tema dei diritti civili, migrazioni, contrasto alla discriminazione e povertà

Attualità Rimini | 14:48 - 23 Marzo 2019 La consegna degli attestati di partecipazione da parte dell’Assessore Morolli alle classi e docenti presenti al Teatro degli Atti La consegna degli attestati di partecipazione da parte dell’Assessore Morolli alle classi e docenti presenti al Teatro degli Atti.

Nella mattinata di sabato 23 marzo si è svolto, presso il Teatro degli Atti, alla presenza dell’Assessore alla Scuola e Politiche Educative, Mattia Morolli, l'evento conclusivo del progetto di Educazione alla Cittadinanza Globale denominato “The World is Home”, promosso dal Comune di Rimini attraverso le associazioni che aderiscono al “Forum Cooperazione Internazionale ed Educazione alla Pace”.
Il progetto, incentrato su temi quali diritti civili, migrazioni, contrasto alla discriminazione e alla povertà, inclusione e superamento dei conflitti ha inteso essere uno strumento utile alle giovani generazioni per analizzare e comprendere le evoluzioni del contesto socio-culturale locale in relazione al livello globale.

L'incontro ha rappresentato l'occasione per avere una "restituzione" da parte di studenti e docenti di quanto è rimasto loro dell'esperienza che li ha coinvolti attraverso i laboratori organizzati nelle classi nel periodo novembre 2018/marzo 2019
7 le associazioni coinvolte: Cittadinanza Onlus, Una Goccia per il Mondo, Consorzio Condividere Papa Giovanni XIII, Cooperativa Pacha Mama - commercio equo e solidale,  Istituto Scienze dell’Uomo, Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere, Centro Studi Cooperazione e Migrazioni, con il coordinamento di EducAid.

Le attività hanno interessato 50 classi di 11 scuole di ogni ordine e grado, per un totale di oltre 1.000 studenti: per le Scuole primarie - Miramare, Flavia Casadei, Luigi Ferrari, Michele Griffa, Enrico Toti, Montessori; per le Scuole medie - Marvelli, Panzini e Borgese; per le Scuole superiori - Marco Polo e Valgimigli.

Il progetto ha poi proposto un corso di formazione dedicato a tutti i docenti del territorio per guidarli alla scoperta della Cittadinanza Globale e della Didattica Inclusiva attraverso 5 appuntamenti tra gennaio e marzo 2019, organizzati in collaborazione con Istituto Scienze Dell’Uomo, Associazione di volontariato Madonna della Carità, Fondazione Margherita Zoebeli, Consorzio Condividere Papa Giovanni XIII e Aifo, ente accreditato al Miur per il riconoscimento dei crediti formativi agli insegnanti. 

Alla guida del corso la professoressa Federica Zanetti, docente di Didattica e Pedagogia Speciale all'Università di Bologna - Dipartimento di Scienze dell'Educazione, con interessi di ricerca rivolti in particolare all'inclusione sociale, all'accessibilità culturale e all’educazione alla cittadinanza in tutte le sue articolazioni (dall’approccio interculturale, al genere, fino alla cittadinanza digitale e attiva).