Venerd 19 Luglio10:37:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Strada pericolosa, fondi per la messa in sicurezza della provinciale 13bis

Sulla base della relazione tecnica della provincia si è stabilita una spesa di 1,2 milioni di euro

Attualità Santarcangelo di Romagna | 15:27 - 20 Marzo 2019 Il Presidente della Provincia Santi con i sindaci dei Comuni interessati e il consigliere Gobbi Il Presidente della Provincia Santi con i sindaci dei Comuni interessati e il consigliere Gobbi.

Mercoledì mattina in Provincia si è riunito il tavolo programmato nei giorni scorsi per affrontare e risolvere le criticità della Sp13-Bis. Erano presenti il Presidente della Provincia di Rimini, Riziero Santi, il consigliere provinciale delegato alla viabilità, Simone Gobbi e i sindaci dei tre comuni attraversati dai 9,83 km di strada: i sindaci dei Comuni di Santarcangelo Alice Parma, di Bellaria-Igea Marina, Enzo Ceccarelli, e di San Mauro Pascoli, Luciana Garbuglia,

Si è parlato soprattutto del problema della sicurezza della Sp13-Bis, dovuta alla promiscuità dei mezzi che transitano su di essa (dai camion alle auto, dalle moto alle biciclette), alla velocità spesso elevata (la strada è extraurbana) in una carreggiata stretta, con andatura pianeggiante e curvature veloci. Il Presidente Santi ha relazionato ai Sindaci sulle criticità rilevate e ha avanzato una proposta di metodo e di merito. Il metodo consiste nel pieno coinvolgimento di tutti gli Enti interessati, con conseguente corresponsabilità e compartecipazione progettuale ed economica.

Nel merito si è stabilito, innanzitutto, di andare alla definizione di un budget minimo che Santi, sulla base della relazione dei tecnici della Provincia, ha indicato in 1,2 milioni di euro in tre anni. Il primo passo concreto sarà quindi la realizzazione di uno studio progettuale degli interventi da effettuare su tutto il tratto. Entro luglio 2019 si riunirà nuovamente il tavolo per approvare lo studio e gli impegni conseguenti in termini di tempi realizzativi e risorse economiche da destinare, per poi eseguire i primi interventi entro l’anno in corso.

La Provincia di Rimini garantisce una compartecipazione finanziaria mettendo da subito sul proprio piano triennale mezzo milione di euro. I sindaci, che hanno condiviso il metodo proposto e  parteciperanno quindi anche alla progettazione degli interventi di messa in sicurezza, hanno espresso la loro soddisfazione specialmente per il fatto di avere una programmazione dettagliata sia in termini di risorse che di tempistica.