Luned 23 Settembre09:37:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Unità cinofile nelle scuole contro lo spaccio, progetto antidroga del Comune di Riccione

Nei prossimi mesi la Polizia intensificherà in tutta la provincia i controlli dove possano svolgersi attività di spaccio

Cronaca Riccione | 18:58 - 19 Marzo 2019 Intervento con l’ausilio di 4 unità della Polizia Locale di Riccione davanti gli istituti scolastici Intervento con l’ausilio di 4 unità della Polizia Locale di Riccione davanti gli istituti scolastici.

Martedì mattina, in concomitanza con l’ingresso degli studenti presso gli Istituti scolastici “Volta” e “Fellini” di Riccione, nell’ambito di un’attività programmata e coordinata da questa prefettura volta alla prevenzione ed al  contrasto allo spaccio e all’uso di sostanze stupefacenti,  si è svolto, nelle aree esterne pertinenziali dei predetti Istituti, nonché presso le fermate degli autobus,  un intervento di 6 unità di personale della Polizia di Stato, con l’ausilio di 4 unità della Polizia Locale di Riccione, di cui una unità cinofila.
L’operazione di controllo, da cui non sono emerse evidenze negative, ha visto l’impiego del cane Zico del Comune di Riccione che, grazie alla disponibilità dell’ente locale verrà impiegato anche in analoghe operazioni che si svolgeranno in tutto il territorio provinciale.
Come convenuto in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, il l'intervento, come altri già posti in essere dalle forze di polizia nelle scorse settimane, costituisce l’espressione di un progetto pilota avviato in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Riccione.
Nei prossimi due mesi, secondo un programma puntualmente definito in Prefettura, le Forze di polizia intensificheranno, in tutta la provincia, i controlli già in atto nei pressi degli istituti scolastici,  nei parchi pubblici, con particolare attenzione alle zone adiacenti le scuole, nonché in altri luoghi “sensibili” specificamente individuati, dove possano svolgersi attività di spaccio di sostanze stupefacenti, anche  con l’ausilio delle unità cinofile  delle forze dell’ordine.