Marted 20 Agosto01:41:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Caro bollette gas: Federconsumatori chiede verifiche sui contatori e la rateizzazione degli importi

In vista dell'incontro di mercoledì l'associazione pensa sia necessario mettere alcuni punti fermi

Attualità Rimini | 20:42 - 18 Marzo 2019 Caro bollette Caro bollette.


Mercoledì 20 marzo alle ore 11, nella sala del Centro congressi Sgr, l'azienda incontrerà i rappresentanti dei consumatori dopo le proteste per gli importi delle bollette del gas arrivati ai consumatori. Dopo aver ricevuto risposte scritte dalla Società Gas Rimini alle osservazioni dell’8 marzo 2019, la Federconsumatori di Rimini elenca una serie di richieste ed azioni da portare avanti in attesa di ulteriori elementi che verranno approfonditi via via:


- procedere, come già richiesto, al monitoraggio e alla verifica dei contatori gas, per una loro corretta funzionalità, a partire da coloro che registrano gli aumenti di consumo più elevati in bolletta;

- in occasione di bollette gas particolarmente alte, cercare un accordo circa la loro rateizzazione, o comunque altri strumenti di dilazione, anche in considerazione della fragilità dei bilanci di molte famiglie sempre più accentuata da dieci anni a questa parte;

- fornire precisa e puntuale informazione, al fine di rendere sempre più consapevoli gli utenti e facilitare la comprensione e la lettura delle bollette, valorizzando – laddove errori vi siano - lo strumento dei tavoli di conciliazione, come ad esempio quello già previsto fra SGR e Federconsumatori;


- chiedere la collaborazione di SGR nell’informare tutti gli utenti – tramite folder allegato alla bolletta gas- di tutte le possibilità di riduzione della bolletta stessa, come ad esempio il bonus gas, che si può richiedere presso tutti i Caaf autorizzati;


- Un ulteriore approfondimento sulle aliquota iva , sulle accise , sulla riforma degli oneri di sistema e del riallineamento dei bonus ( cosi come chiesto da Federconsumatori ), a tal proposito Federconsumatori ha richiesto un incontro ai parlamentari locali anche il relazione alle clausole di salvaguradia contenute nella Legge di Bilancio 2019 che potrebbero portare nel 2020 e 2021 ad consistente aumento dell’Iva che insieme alla liberalizzazione del mercato del gas aumenterebbe ulteriormente le bollette;


- intervenire a livello nazionale presso l’Autority ARERA, per ottenere una “interpretazione autentica” e una conferma della corretta applicazione in bolletta delle varie normative invocate dai gestori.