Domenica 25 Agosto05:49:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rita, la storica segretaria della Polizia Municipale e il regalo per il suo 80esimo compleanno

Riminese d'adozione, è tornata per un giorno a Giulianova, sua città natia

Attualità Rimini | 14:38 - 16 Marzo 2019 Da sinistra il Commissario Prefettizio Solda, Rita Rotelli e il marito Augusto Bagli Da sinistra il Commissario Prefettizio Solda, Rita Rotelli e il marito Augusto Bagli.

Da tempo covava la voglia di tornare a visitare la sua natia Giulianova, Rita Rotelli, riminese a tutti gli effetti da quando, giovinetta, la sua famiglia si è qui trasferita negli anni ‘50 al seguito del padre, Filiberto, conosciuto insegnante tecnico in diversi istituti superiori cittadini, insieme alla madre Giulia e ai due fratelli Luigi e Francesco.

A Rimini Rita ha vissuto tutta la vita, in servizio alla Polizia Municipale dove era conosciuta come la segretaria dapprima del comandante poi di tutti gli assessori, fin quasi al pensionamento. Ma per il suo 80esimo compleanno Rita ha voluto farsi il regalo di tornare nella città natia e incontrare qualcuno che la rappresentasse idealmente.

E a Giulianova è tornata insieme al marito Augusto Bagli. Aveva scritto al sindaco della cittadina abruzzese, ignara che la giunta era decaduta da alcuni mesi. La lettera l’ha letta invece il commissario prefettizio Eugenio Soldà. Colpito dall’inusuale richiesta, l’ha invitata a nome della città in Comune, coronando quindi il desiderio di un regalo speciale per la speciale occasione: rinnovare per un giorno i ricordi di bambina e abbracciare in un sol momento tutta la città.