Mercoledž 17 Luglio07:09:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pennabilli festeggia il 'Venerdì bello: ecco come nasce la tradizione

Nella cittadina dell'Alta Valmarecchia è molto sentito il culto per la Madonna delle Grazie. Tutto nasce dal miracolo della lacrima sul quadro

Attualità Pennabilli | 11:32 - 15 Marzo 2019 L'affresco della Madonna delle Grazie L'affresco della Madonna delle Grazie.

Grande festa oggi a Pennabilli, che come tutti gli anni, il terzo venerdì di marzo celebra il Venerdì Bello, il giorno in cui la Madonna pianse per i suoi fedeli. Il 20 marzo del 1489, venerdì appunto, il quadro della Madonna delle Grazie presente nel santuario a lei dedicato a Pennabilli lacrimò dalla sua guancia destra. Si tentò di asciugare, ma le lacrime sgorgarono di nuovo lasciando tracce ancora oggi visibili. L' allora vescovo Celso Mellini istituì una commissione che, riconosciuto il miracolo, installò una lapide a perenne ricordo del prodigio.

Non fu l ‘unico miracolo che la Madonna delle Grazie concesse ai cittadini di Pennabilli. Nel 1517, Pennabilli faceva parte del ducato di Urbino ma rischiava di essere invasa e saccheggiata dai Medici di Firenze. I giovani in forze si prepararono alla battaglia mentre i vecchi, le donne e i bambini corsero al santuario per invocare la protezione della Madonna. Il 23 febbraio la Madonna apparve nei cieli di Pennabilli spaventando e mettendo in fuga i nemici. Lo stesso accadde nel 1522.

In tempi più recenti, durante la seconda guerra mondiale, Pennabilli fu testimone di un’ altra grazia..

I tedeschi avevano progettato tutti gli uomini in grado di combattere portandoli via verso il fronte.

Mentre i soldati si avviavano a piedi con gli uomini, ancora una volta le donne, i bambini e tutti quelli che erano rimasti accorsero al santuario invocando la protezione della Madonna e pregando tutta la notte. Al mattino dopo, gli uomini, che si erano fermati a Secchiano per la notte, al loro risveglio scoprirono di essere stato abbandonati dai tedeschi. Nessuno più li sorvegliava, potevano tornare a casa. Tornarono dunque indietro cantando e lodando Dio e al loro arrivo a Pennabilli tutto il paese si recò di nuovo a ringraziare la Madonna che ancora una volta aveva protetto il paese.

Per questo Pennabilli è molto devota al culto della Madonna delle Grazie e ogni terzo venerdì del mese ricorda il miracolo della lacrimazione con una messa a lei dedicata e una speciale dispensa che esenta i fedeli dal digiuno previsto per i venerdì di Quaresima.