Domenica 25 Agosto05:35:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, cattedre vacanti e stipendi sotto la media europea: l'allarme dei precari

Martedì una delegazione di sindacalisti e lavoratori è stata ricevuta dal prefetto dott.ssa Alessandra Camporota

Attualità Rimini | 14:09 - 13 Marzo 2019 Il presidio davanti la prefettura di Rimini Il presidio davanti la prefettura di Rimini.

Martedì 12 marzo alle 17.30, in occasione del presidio contro la precarietà, una delegazione costituita dai Segretari territoriali della Flc Cgil, Cisl Fsur e Uil Scuola Rua e da alcuni lavoratori precari è stata ricevuta dal Prefetto di RImini Alessandra Camporota. I sindacati si dicono soddisfatti dell'esito dell'incontro: "Il Prefetto ha ascoltato con grande attenzione ed interesse tutte le problematiche esposte dalle organizzazioni sindacali che hanno esposto i dati delle cattedre vacanti a livello nazionale per arrivare ad un focus sulla provincia di Rimini, specificando come sia a rischio un ordinato avvio del prossimo anno scolastico".

Nell'incontro sono state illustrate le criticità relative ai percorsi di reclutamento in atto ed esposte le proposte delle parti sindacali, mentre i lavoratori hanno raccontato le loro storie:  dalla difficoltà a conciliare vite lontane dalle famiglie pur di ottenere un contratto anche se a tempo determinato, ai problemi connessi all'erogazione dei salari, dalla fatica a rincorrere percorsi di reclutamento in continua trasformazione, alla preoccupazione di garantire un lavoro di qualità nelle scuole.

Grande attenzione, nell'incontro anche sul tema degli insegnanti di sostegno: "Insieme ai diplomati magistrali, pagano forse più di altri l'assenza di prospettive certe". A seguire "si è anche entrati nel merito delle condizioni di lavoro del personale ATA che, tra compiti devoluti dall'Amministrazione, riduzione dei contingenti e blocco delle sostituzioni, vive quotidianamente una condizione di lavoro ormai insostenibile". I sindacati in chiusura hanno ribadito "come la diffusa condizione di precarietà assieme a stipendi ampiamente sotto la media europea rappresentano una criticità che non può più essere disconosciuta dal Governo". La delegazione sindacale hanno infine espresso una forte preoccupazione per la tenuta del sistema di istruzione statale. Il Prefetto si è impegnato a farsi portavoce delle istanze dei lavoratori della Provincia di Rimini, attraverso un'articolata relazione al Governo.