Marted 23 Aprile08:30:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cambiamenti climatici: gli studenti riminesi saltano la scuola per protesta

Venerdì 15 marzo è il giorno scelto per chiedere ai governi azioni concrete contro il riscaldamento climatico

Attualità Rimini | 12:58 - 13 Marzo 2019 L'attivista Greta Thunberg in una foto del fotografo svedese Anders Hellberg L'attivista Greta Thunberg in una foto del fotografo svedese Anders Hellberg.

Venerdì prossimo, il 15 marzo, si terrà anche a Rimini il primo sciopero contro i clima changes , lo #Schoolstrike4climate  organizzato dai ragazzi delle scuole riminesi in adesione a quello nazionale. La manifestazione non sarà però solo un semplice sciopero, come spiegano gli organizzatori: "sarà una forma di lotta per aiutare il mondo e combattere i cambiamenti climatici che sempre più fortemente sferzano la terra e gli studenti andranno sulla spiaggia di Rimini a raccogliere la plastica che oramai ricopre il litorale più che la sabbia".

La lotta contro i cambiamenti climatici, iniziata da Greta Thunberg, che ha catturato anche l’attenzione degli studenti riminesi, consiste nel protestare ogni venerdì saltando la scuola. Gli studenti affermano di "lottare silenziosamente contro l’ipocrisia dei poteri forti che si impegnano solo a parole per rispettare gli accordi sul clima". Venerdì 15 marzo decine di migliaia di studenti da tutto il mondo, tra cui appunto gli studenti di Rimini, aderiranno alla manifestazione facendo sentire la propria voce nelle piazze e nelle strade facendo capire al mondo che “vogliamo avere un futuro perché ne abbiamo diritto”.  

In particolare a Rimini si mobiliteranno per ripulire il lungo mare e alcune zone alberate; per poi terminare la protesta con una di “installazione di immondizia” formando con i rifiuti raccolti la scritta manifesto del movimento (#Schoolstrikes4climate) affinchè anche per gli adulti sia una presa di coscienza dello stato in cui hanno ridotto il pianeta.