Domenica 25 Agosto11:34:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dante incontra Bob Dylan al Teatro Pazzini di Verucchio

Venerdì in scena "Bob Dylan in Hell" della compagnia "Malafesta"

Eventi Verucchio | 11:21 - 13 Marzo 2019 I protagonisti dello spettacolo I protagonisti dello spettacolo.

Venerdì 15 marzo (ore 21,15) presso il Teatro Eugenio Pazzini di Verucchio andrà in scena Bob Dylan in Hell della Compagnia Teatrale Malafesta. Soggetto e regia di Luca Grossi.

718 sono gli anni che separano Dante da Bob Dylan. Che cosa condividono? Semplice, l’inferno. Bob Dylan in Hell mostra come il poeta e il cantante abbiano attraversato gli stessi gironi infernali cantando, uno in endecasillabi e l’altro in versi canzonati, le stesse insidie e le stesse malvagità che abitano gli uomini di ogni luogo e tempo. Dante, così, diventa attuale come Dylan e Dylan si scopre profondo come Dante perché anche lui ha visitato i nove cerchi trovandosi di fronte ad anime dannate prima di poter uscire a “riveder le stelle”.

Il più grande poeta di tutti i tempi e uno dei poeti della musica contemporanea, nonché insignito con il Nobel per la letteratura nel 2016, a confronto nello spettacolo Bob Dylan in Hell, un viaggio nell’inferno di Dante attraverso le canzoni del cantautore americano. Lo spettacolo - tratto dal libro L'Inferno di Bob Dylan, scritto da Luca Grossi e pubblicato nel 2018 da Arcana - mette in scena un interessante dialogo tra due grandissimi artisti, così diversi per stile, epoca, arte, eppure con tanti elementi in comune. Tutto comincia nel 1975, con Blood on the tracks. Il sangue sulle tracce di quel disco affiora da eterne lacerazioni, dall’ombra in cui si trovano anime dannate, luoghi desolati, avarizia, gola, invidia e lussuria.

All’Inferno continua a risuonare la vera Poesia che ricorda alcuni dei princìpi universali troppo spesso, colpevolmente, dimenticati. Dante in questo senso è attuale come Dylan, e Dylan è profondo come Dante.

Vinx Lamarmora  accompagnerà per i sentieri bui e tortuosi, mentre la musica dal vivo è affidata a INIPI, gruppo riminese formato da Enrico Bob Gardini e Gianluca Jean Morelli.