Mercoledý 17 Luglio03:38:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, iniziati i lavori al sottopasso di viale Rimembranze

Altri lavori di miglioramento nella zona del percorso Trc, costo circa un milione di euro

Attualità Rimini | 12:21 - 11 Marzo 2019 Lavori in corso Lavori in corso.

Hanno preso avvio lunedì mattina i lavori d’adeguamento del sottopasso di viale Rimembranze, parte degli interventi, complessi ed organici, approvati  dalla Giunta comunale per la realizzazione delle opere complementari e di mitigazione del trasporto rapido costiero.

Oltre all’intervento sulla stazione di Bellariva, infatti sono previsti una serie d’interventi, dal costo complessivo che s’avvicina al milione di euro, con cui saranno ridefinite, valorizzate, rivitalizzate alcune aree localizzate in prossimità delle fermate del Trc di Lagomaggio, Miramare, oltre ad interventi diffusi su Lugano – Cavalieri di Vittorio Veneto.

In particolare coi lavori iniziati lunedì per essere conclusi entro venerdì 19 aprile, prima delle festività pasquali, il sottopasso pedonale sarà così adeguato ai portatori di handicap con l’eliminazione dell’ascensore di servizio e la realizzazione della viabilità di collegamento di via Giacometti con via Rimembranze lato nord. Il progetto infatti prevede il collegamento di via Giacometti con l’ultimo tratto di viale Rimembranze. Oltre a vario interventi sulla pavimentazione verranno rimossi i montacarichi a servizio del sottopassaggio e si interverrà sulle rampe esistenti rendendole a norma per diversamente abili.

L’eliminazione degli ascensori comporterà purtroppo anche l’adeguamento dell’attuale pista ciclopedonale che comporterà la chiusura del sottopasso carrabile al traffico veicolare per consentire l’attraversamento monte – mare e viceversa a ciclisti e pedoni per tutta la durata del cantiere.

Oltre al miglioramento della viabilità sia veicolare che pedonale, con gli interventi su viale Rimembranze a Bellariva e Lugano – Cavalieri di Vittorio Veneto a Miramare sarà resa esteticamente attrattiva l’intera infrastruttura intervenendo anche nel rinnovamento dell’immagine delle vie su cui insistono gli assi di penetrazione ciclo pedonale che conducono verso il mare da cui trarranno giovamento le attività commerciali presenti.

Ecco in particolare, da sud verso nord, gli interventi previsti su cui sono in corso i lavori

Lugano - Cavalieri di Vittorio Veneto

Le aree oggetto di intervento riguardano la via Lugano nel tratto compreso tra il cavalcaferrovia di via Cavalieri di Vittorio Veneto e via Ankara dove verrà rifatto il manto stradale con la nuova posa della segnaletica orizzontale/verticale. Sempre in corrispondenza del cavalcaferrovia verrà demolita l’attuale scala che sarà sostituita da un nuova rampa a norma per diversamente abili. Attraverso l’applicazione di vernici che utilizzano un insieme di tecnologie brevettate per ridurre gli inquinanti dell’aria, sarà infine mitigato l’impatto visivo dei muri presenti in corrispondenza di viadotti e sottopassi.

Miramare Station

L’area di intervento è la porzione di viale Oliveti a mare della ferrovia, fino all’incrocio con via Locatelli - via Maddalena e quella a monte, fino all’incrocio con via Londra, e comprensiva delle porzioni terminali dei due viali paralleli al TRC lato monte (viale Madrid e via Lugano). Interamente pavimentata in porfido e già limitata al traffico veicolare, specialmente nel periodo estivo, l’area a mare rappresenta forse l’unico spazio all’interno del quartiere potenzialmente in grado di assumere il ruolo di piazza urbana, luogo di socializzazione e incontro. Le alberature esistenti su entrambi i lati del viale sono state mantenute ed integrate talvolta nelle nuove sedute, opportunamente profilate per accogliere il fusto dell’alberatura.

Lagomaggio

L’intervento che prenderà avvio il prossimo mese di maggio prevede la rimozione della pavimentazione esistente e la sostituzione di questa con un disegno sinuoso e delicato, realizzato in materiale architettonico gettato in opera. Previsti getti in materiale architettonico che saranno sagomati con l’utilizzo di casseri a perdere in acciaio corten, nonché un sistema di orientamento che conduce alla fermata del TRC realizzato con la colorazione rossa già utilizzata per le scritte delle fermate, integrata nel disegno.