Luned́ 27 Maggio06:19:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il Sindaco di Rimini Gnassi in visita alla Gemaeldegalerie di Berlino

Rapporti di amicizia con il museo che hanno portato a Rimini la Madonna Diotallevi di Raffaello Sanzio

Turismo Rimini | 16:12 - 09 Marzo 2019 Il sindaco Gnassi con il curatore della mostra Neville Rowley, Katharina Weich-Joch, collaboratrice scientifica della mostra e Roberto Contini, curatore della Gemaldegalerie Il sindaco Gnassi con il curatore della mostra Neville Rowley, Katharina Weich-Joch, collaboratrice scientifica della mostra e Roberto Contini, curatore della Gemaldegalerie.

Il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi in visita alla Gemaeldegalerie di Berlino, dove è in mostra la Pietà di Giovanni Bellini, il capolavoro del maestro veneziano da ottobre scorso "in tour" tra Londra e Berlino per la grande mostra "Mantegna e Bellini".

Una visita di cortesia per intensificare una rete di rapporti fondamentali che hanno portato al prestito al Museo della Città di Rimini della Madonna Diotallevi di Raffaello Sanzio, appartenuta fino all'Ottocento alla collezione del riminese Audiface Diotallevi da cui prende il nome. Un prestito che consentirà la realizzazione di un’esposizione temporanea incentrata sull’opera, considerata uno dei più importanti dipinti giovanili del pittore urbinate, che sarà ospitata al Museo della Città “Luigi Tonini” dal 31 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020, ponendosi all’apertura delle celebrazioni dei cinquecento anni dalla morte del grande artista urbinate.

Il Sindaco, durante la sua presenza a Berlino in occasione della fiera internazione ITB, ha voluto portare il saluto della città ai curatori delle mostre della Gemaeldegalerie di Berlino, come tappa del lungo percorso iniziato nell’ottobre 2016 con i primi contatti legati alla richiesta di prestito della Pietà di Giovanni Bellini del Museo della Città per la mostra internazionale “Mantegna e Bellini” allestita dall’ottobre 2018 alla National Gallery di Londra e un corso ora alla Gemäldegalerie di Berlino dove rimarrà aperta fino al 30 giugno.