Giovedý 14 Novembre21:53:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Misano, uno strumento per disegnare la città: il piano urbanistico generale in consiglio comunale

Martedi’ 12 marzo seduta straordinaria aperta alla cittadinanza

Attualità Misano Adriatico | 11:09 - 09 Marzo 2019 Misano spiaggia Misano spiaggia.

Darsi una visione di città nel suo insieme, che punti alla qualità e alla sostenibilità ambientale e socio-economica. E’ l’obiettivo a cui punta l’amministrazione comunale di Misano Adriatico con il Piano Urbanistico Generale, nuovo strumento urbanistico definito dalla recente legge regionale n.24/2017 sulla tutela e l’uso del territorio, al centro del consiglio comunale aperto in programma martedì 12 marzo, in seduta straordinaria (ore 20,30) nella sala consigliare del Municipio. Un consiglio comunale aperto alla partecipazione della cittadinanza. Verrà illustrato anche l’iter di approvazione, completamente diverso, rispetto al passato.

 

Il Comune di Misano è uno dei primi a sperimentare e a adeguarsi alla nuova normativa. Un passo opportuno e necessario per superare l’attuale Piano regolatore, il cui modello e logiche appartengono agli anni ’90, quando l’espansione del residenziale era ancora forte, non ancora intaccata dalla crisi profonda della metà degli anni 2000 che ha cambiato completamente gli scenari.

 

Il nuovo Piano Urbanistico è sostanzialmente un piano strategico. I principi a cui fa riferimento sono la fine o il limitato consumo del suolo: massimo il 3% del territorio attualmente urbanizzato, nessuna nuova espansione di comparti di tipo residenziale, massima attenzione alla riqualificazione e alla rigenerazione del patrimonio edilizio esistente. E’ fondamentale mettere a norma e soprattutto in sicurezza i molti edifici, residenziali e produttivi, costruiti prima dell’ 83 quando le norme antisismiche non erano ancora vigenti.

Tra i temi da affrontare, quello del contenimento dei consumi energetici, per risparmiare energia, ma anche per adeguarsi agli effetti negativi del cambiamento climatico, sempre più evidente.

 

Obiettivi ambiziosi, complessi, con cui occorre fare i conti per immaginare il futuro di Misano.

 

Il Piano disegna una strategia per Misano, certamente incentrata sui propri punti di forza: gli ampi spazi verdi, i “vuoti” esistenti, il lungomare di qualità con alle spalle un entroterra pregiato, l’accoglienza, un tessuto socio economico solido ed ospitale ed anche inclusivo, verso i nuovi residenti.

 

Nel Piano un’attenzione particolare è dedicata alla mobilità, nella determinata ricerca di una maggiore sostenibilità, attraverso la realizzazione di percorsi ciclo pedonali che riconnettano le frazioni tra loro, superando anche la frattura rappresentata dalla Statale e dalla ferrovia. Il Piano urbano della mobilità sostenibile recentemente adottato, va già in questa direzione.

 

“Il nuovo Piano era un obiettivo che questa amministrazione si era posto fin dal primo mandato - commenta il Sindaco Stefano Giannini - Abbiamo avuto varie vicende da affrontare, come la ridefinizione dell’Ufficio di Piano, l’attesa della nuova legge, che ha sostituito la precedente L.R. 20/2000. Ma ora ci siamo e il risultato mi sembra molto positivo, all’altezza dei precedenti piani, che sono sempre stati lungimiranti e precursori di molte tendenze.”