Luned́ 22 Luglio04:27:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

In arrivo 81.000 euro di fondi statali per l'installazione delle telecamere a Santarcangelo

L’intervento prevede l’installazione di 10 telecamere di tipo fisso, 3 speed dome nei parcheggi e 4 per la lettura delle targhe

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:32 - 08 Marzo 2019 Telecamera di videosorveglianza (foto di repertorio) Telecamera di videosorveglianza (foto di repertorio).

L’intervento di installazione degli impianti di videosorveglianza sul territorio di Santarcangelo sarà coperto per circa metà da finanziamenti statali: sono in arrivo infatti risorse ministeriali per 81.000 euro in seguito all’incremento dei fondi a sostegno dei nuovi sistemi di videosorveglianza a livello nazionale.

Con il progetto “Santarcangelo più sicura”, nello scorso mese di giugno l’Amministrazione comunale aveva avanzato richiesta di fondi ministeriali in seguito alla firma del Patto per l'attuazione della sicurezza urbana con la Prefettura di Rimini. Le risorse a disposizione non si erano rivelate sufficienti a finanziare l’intervento, che la Giunta comunale ha quindi deciso di portare avanti con risorse proprie approvando il progetto in via definitiva ed esecutiva a dicembre 2018.

Avviate di conseguenza le procedure amministrative per l’affidamento dei lavori: alla conclusione della prima fase – ovvero la manifestazione d’interesse da parte delle aziende – farà seguito nei prossimi giorni l’apertura del bando di gara vero e proprio.

Nel frattempo, è dei giorni scorsi la comunicazione di un incremento di 30 milioni di euro dei fondi complessivi messi a disposizione dal Ministero dell’Interno, arrivati così a finanziare i progetti posizionatisi fino alla 646ma posizione della graduatoria compreso quello di Santarcangelo (607°), a conferma della validità del progetto presentato.

L’intervento – che avrà un costo complessivo di 170.000 euro comprensivo di lavori, oneri per la sicurezza, progettazione e Iva – prevede l’installazione di 10 telecamere di tipo fisso (telecamere di contesto), 3 speed dome nei parcheggi e 4 per la lettura delle targhe, distribuite su 12 punti del territorio considerati strategici, compresi i diversi punti di accesso alla città.

Il sistema di videosorveglianza di cui sarà dotata la città servirà da deterrente soprattutto contro i fenomeni predatori, nonché nei confronti delle azioni vandaliche contro il patrimonio pubblico e privato nelle aree sottoposte al controllo delle telecamere.

La realizzazione del progetto permetterà di rispondere alle esigenze di pubblica sicurezza e controllo del territorio, monitorando la viabilità urbana per eventuali interventi in caso di necessità e le aree pubbliche maggiormente frequentate. Il sistema fornirà inoltre un contributo alle attività di prevenzione e indagine documentale nell’eventualità di atti criminosi, facilitando le operazioni e i servizi di vigilanza delle forze dell’ordine.