Domenica 25 Agosto05:39:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Reddito di cittadinanza, nel riminese uffici postali vuoti

Impatto moderato nei Caf di Rimini che si sono occupati da metà gennaio della pratica di 300 persone

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 17:02 - 06 Marzo 2019 L'ufficio postale in Corso D' Augusto L'ufficio postale in Corso D' Augusto.

Mercoledì 6 marzo è iniziato l'iter per richiedere il reddito di cittadinanza introdotto dal governo Conte. Gli interessati possono fare richiesta fino al 31 marzo attraverso l'ufficio postale, i Caf oppure presentare domanda online. Per la prima storica giornata di domande erano attese code agli uffici postali, ma le sensazioni della vigilia sono state smentite. Rimini, Riccione, ma anche in diversi comuni della Provincia: non sono state riscontrate particolari criticità, come verificato dalla nostra redazione. La situazione potrebbe cambiare nei prossimi giorni e non è da escludere che i giorni critici possano essere gli ultimi, a ridosso della scadenza. Franco Dieta, responsabile Caf Cgil Rimini, spiega che "l'impatto in questa prima giornata è stato moderato, anche se avevamo già iniziato a verificare diverse situazioni". Il Caf Cgil Rimini si è occupato della pratica per 300 persone ("Una parte non rientra nel diritto"), ma ha effettuato verifiche dell'Isee dei propri utenti, da metà gennaio a metà febbraio, stimando in 1500 le persone in Provincia di Rimini che potrebbero fare richiesta del reddito di cittadinanza.

Clicca il pulsante audio per ascoltare l'intervista.

ASCOLTA L'AUDIO