Domenica 24 Marzo19:42:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Bollette salatissime del gas, stangate fino a 1000 euro a bolletta per i riminesi

Sgr Servizi si difende: tariffe gas aumentate dell'11% su decisione di Arera, disponibili a incontrare i consumatori

Attualità Rimini | 16:27 - 05 Marzo 2019 Aumento bollette del gas (foto di repertorio) Aumento bollette del gas (foto di repertorio).

Bollette del gas dai costi mostruosamente lievati, non solo per colpa di un dicembre e gennaio particolarmente freddi, quanto per gli aumenti delle tariffe. A Rimini nel mirino è finito il concessionario Sgr Servizi e la protesta ha soprattutto cavalcato l'onda dei social. Diversi riminesi hanno avuto aumenti spropositati, arrivando a pagare bollette superiori ai 1000 euro. Sgr Servizi in una nota rimarca che la causa principale di queste bollette salatissime è l'aumento della tariffa del gas disposto da Arera, Autorità di Regolazione per Energie Reti e Ambiente, un +11% rispetto al 2018.  "Sgr Servizi mantiene un costante impegno al contenimento di costi e tariffe ed al miglioramento costante dell'efficienza e dell'assistenza alla propria clientela, come riconosciuto dai propri clienti che la premiano con una posizione di leadership sul territorio", spiega Sgr, che offre la propria disponibilità ad incontrare i rappresentanti dei consumatori per fornire ogni ulteriore informazione o chiarimento, "ma con la volontà di non contribuire a protagonismi e strumentalizzazioni, nonché a interessate polemiche da parte di chi vuole ledere la reputazione di Sgr Servizi". 

LA NOTA DI SGR. Alla luce delle informazioni confuse e superficiali veicolate da alcuni utenti di social network, al fine di fare la giusta chiarezza, mantenere alta la trasparenza che ci ha sempre contraddistinto e tutelare i nostri clienti, i nostri dipendenti e collaboratori nonché l’immagine e la reputazione dell’azienda, rendiamo noto di aver programmato per il giorno 8 marzo h 15.00 presso il Centro Congressi SGR un incontro aperto ai rappresentanti dei gruppi social coinvolti nonché alle associazioni dei consumatori e agli organi di stampa.

In questi giorni infatti sono in consegna le fatture di consumo relative ai mesi di dicembre e gennaio così come stabilito dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Per tanti clienti è l’importo più alto nel corso dei dodici mesi e ciò aumenta il numero delle richieste di chiarimenti rivolti al call center e agli uffici organizzati da SGR Servizi per le relazioni col pubblico.

I principali fattori che impattano maggiormente sono i seguenti.

Temperature: il periodo dicembre/gennaio 2019 è stato mediamente 2,5 gradi più freddo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente; questo ha determinato un incremento medio dei consumi del 15-20%, aggravato dagli effetti delle nevicate di dicembre sul territorio.

Tariffe: Aumento dell'11% delle tariffe 2019 rispetto al 2018 (riferimento al cliente tipo fornito in ‘maggior tutela’ con tariffe definite da ARERA - Autorità per l'Energia). Nel 1° trimestre 2018 il prezzo della materia prima era pari a 76,6853 centesimi (mc), incrementato a 84,9505 centesimi (mc) nel 2019.

Periodicità fatturazione: fino al 2017 la nostra azienda emetteva nel periodo invernale bollette mensili per limitare l’importo complessivo addebitato sulla singola bolletta. Da circa due anni, purtroppo SGR Servizi è obbligata ad emettere fatturazione bimestrale secondo quanto previsto dall’Autorità.

COME INFORMARSI E CHIARIRE OGNI VOCE DELLA FATTURA. La società è a disposizione per offrire ogni chiarimento sulla corretta lettura degli importi addebitati, la suddivisione delle voci, gli importi derivanti da oneri fissi, trasporto e consumo di materia prima, tutti definiti da una precisa normativa.

I clienti possono quindi rivolgersi al numero verde 800 900 147 (dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17 e il sabato dalle 8 alle 13).

E’ un servizio puntuale ed apprezzato, stabilmente monitorato per misurarne l’efficienza, con un tempo medio di attesa inferiore ai 20 secondi.

L’assistenza alla clientela mantiene sempre una opzione ‘fisica’ per coloro che propendono per un contatto allo sportello. Complessivamente sono otto gli sportelli sul territorio che hanno servito nel corso dell'ultimo anno più di 25.000 clienti, con un tempo medio di attesa di 9 minuti.

Tutte le persone che in questi giorni hanno chiamato e sono state ricevute dagli otto sportelli sul territorio, hanno avuto i chiarimenti opportuni e sono state garantite tutte le verifiche e l'assistenza necessaria.