Sabato 19 Ottobre20:41:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Campionato RSM, il punto nel derby col Fiorentino (2-2) regala al Tre Fiori i playoff

La Fiorita vince in trasferta sul campo del Domagnano (2-4), la Libertas su quello del Pennarossa (1-3)

Sport Repubblica San Marino | 11:20 - 03 Marzo 2019 Mirco Vassallo attaccante del Tre Fiori Mirco Vassallo attaccante del Tre Fiori.

Combattuto e avvincente come ogni derby che si rispetti, il confronto tra Fiorentino e Tre Fiori produce anche significative conseguenze di classifica. In modo particolare, il punto conquistato consente al Tre Fiori di festeggiare la matematica qualificazione alle fasi finali, in quanto il Pennarossa – attuale penultima forza del Q1 – in nessun caso potrebbe chiudere la regular season davanti ai gialloblù di Cecchetti, visto che accusa 9 punti di ritardo nei loro confronti (a tre giornate dal termine) ed è sotto anche nel computo complessivo degli scontri diretti.

Sul fronte Fiorentino, invece, le conseguenze di classifica di cui sopra sono decisamente meno sorridenti, perché se è vero che la Folgore, pareggiando con il Murata, non ha preso il largo nei confronti dei rossoblù di Campo, è altrettanto vero che tra questi ultimi e i giallorossoneri si è intromessa ora la Libertas, vincente nel confronto odierno con il Pennarossa.

Dopo un primo tempo bloccato, il derby si sblocca intorno all’ora di gioco, quando Henrik Cekirri porta in vantaggio il Fiorentino. Ma il Tre Fiori sfrutta l’enorme potenziale offensivo a sua disposizione ribaltando la situazione tra il 74’ e il 77’, quando trovano gloria – rispettivamente - Davide Massaro e Mirco Vassallo. L’ultima parola è però di un difensore, Juri Biordi, che all’88’ riporta defintiivamente il Fiorentino sulla linea di galleggiamento firmando il suo secondo gol consecutivo dopo quello di una settimana fa contro il Domagnano.

Come si diceva, il Fiorentino accusa in classifica il sorpasso della Libertas, che ad Acquaviva supera in rimonta il Pennarossa ritrovando una vittoria che mancava da tre giornate. La rete di Andrea Fratta al 12’ del primo tempo illude i biancorossi di Guerra, che poco oltre la mezz’ora di gioco subiscono il pareggio granata a firma di Matteo Gaiani. Nella ripresa la formazione di Borgo Maggiore completa il sorpasso con Antonio Gravina, puntellando infine il successo con il sesto centro in campionato di Gianluca Morelli, giunto dopo che il Pennarossa era rimasto in dieci per l’espulsione di Vultaggio (rosso diretto).

Libertas che ora mette nel mirino il terzo posto, occupato da una Folgore bloccata sullo 0-0 dal Murata dopo due successi consecutivi. A Montecchio, come si suol dire in questi casi, vincono le difese, con la Folgore che perde contatto dal Tre Fiori ed il Murata che viene staccato dalla Libertas ma che lascia in penultima posizione il Pennarossa, al momento estromesso dai play-off al pari del Domagnano.

Quest’ultimo spezza suo malgrado la serie di risultati utili consecutivi (4) cedendo a La Fiorita nel confronto testa-coda del girone. Anche stavolta i giallorossi - che chiuderanno in dieci per l’espulsione di Paolo Rossi - non si dimostrano particolarmente abili nella gestione del vantaggio (doppio, in questo caso), subendo la rimonta della capolista che alla fine festeggia il 10° successo su 11 gare. Nicolò Angelini timbra il cartellino per la quinta gara consecutiva, regalando al Domagnano il provvisorio 2-0 dopo che Rivolino Gavoci aveva sbloccato il parziale solamente un paio di minuti prima. Siamo però soltanto al 12’ del primo tempo, e La Fiorita trova tempo e modo di riorganizzarsi portando il parziale sul 2-2 prima dell’intervallo grazie ai centri di Alessandro Chiurato e Adolfo Hirsch. Nella ripresa la corazzata gialloblù insiste e opera il soprasso al 51’ con Roberto Di Maio, mentre il sigillo definitivo sull’ennesimo successo stagionale della formazione di Mularoni lo mette Adrian Ricchiuti nei minuti finali della sfida.