Giovedý 25 Aprile16:42:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ex Hotel Aurum, "dormitorio per sbandati": tutto è rimasto fermo

Due anni fa il comune aveva firmato l’ordinanza di sgombero per la struttura di via Dati a Viserba

Attualità Rimini | 17:56 - 01 Marzo 2019 Ex Hotel Aurum di Viserba Ex Hotel Aurum di Viserba.

L’Amministrazione di Rimini aveva firmato nel 2017 l’ordinanza contingibile e urgente per lo sgombero dell’ex albergo Aurum di Viserba dove continuano ad alloggiare persone senegalesi: nelle sue stanze era stata registrata una situazione di grave degrado igienico sanitario e ravvisato un rischio imminente per la salute pubblica. Ecco perché ancora una volta il consigliere di Fratelli d’Italia  Gioenzo Renzi interviene sulla situazione di degrado che persiste e chiede di “sgomberare dagli occupanti l’ex albergo Aurum di Viserba per ristabilire la legalità ed eliminare il degrado.
 Nel pieno centro di Viserba, sul lungomare di Via dati 134/A, permane da anni il degrado dell’ex albergo Aurum – si legge in una nota del consigliere - un immobile fatiscente di 4 piani che continua ad essere occupato da decine di africani, dai 10/15 attuali agli 70/80 nei mesi estivi.
L’Abergo Aurum, secondo lo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di Rimini, ha cessato l’attività ricettiva il 30.12.2003.
L’Ausl-Dipartimento Sanità pubblica di Rimini, a seguito di un sopralluogo nell’ex albergo il 15.12.2016  insieme ai Carabinieri, aveva evidenziato  :
“una situazione di grave degrado igienico sanitario in tutta la struttura ( sporco diffuso, insetti striscianti, rifiuti ingombranti, intonaci cadenti ecc. ) che inibisce le condizioni di abitabilità degli ambienti, tale da costituire un pericolo di danno grave e imminente per gli occupanti e per la salute pubblica”; e proposto, alla luce delle condizioni riscontrate, l’emissione di un provvedimento finalizzato allo sgombero dell’immobile”.
Il Sindaco con Ordinanza contingibile ed urgente notificata alla proprietà, il 13.1.2017, chiedeva di procedere allo sgombero entro 20 giorni di tutti gli occupanti dell’ex struttura ricettiva.
Dopo due mesi, il proprietario per l’inottemperanza della Ordinanza Sindacale, ai sensi dell’art.650 del c.p. veniva denunciato,   anche se  ragionevolmente,  era impossibile ad  un privato  sgomberare il suo  immobile  da decine di occupanti.
Sono, però, trascorsi altri due anni, senza applicare il dispositivo dell’Ordinanza Sindacale che demandava al Comando di Polizia Municipale, in caso di inottemperanza, di concordare con l’Ufficio Igiene e Sanità le procedure necessarie per promuovere l’esecuzione coattiva ed in particolare la richiesta di intervento della Forza Pubblica per consentire l’accesso all’immobile.
Le giustificazioni , secondo la risposta dell’Ass. Jamil Sadegholvaad alla mia interrogazioni consigliare di ieri sera, sarebbero gli eventuali problemi di ordine pubblico sollevati  nel Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza.
Il Comune dovrebbe trovare una sistemazione logistica alternativa agli occupanti prima di effettuare lo sgombero.
E’ incomprensibile questa condizione o richiesta posta al Comune , o diritto degli occupanti , quasi tutti venditori abusivi.
Pertanto – conclude Renzi -  ho chiesto all’Amministrazione Comunale di riportare sul tavolo della Prefettura l’urgenza dello sgombero degli occupanti dell’ex Hotel Aurum, ( ora solo una decina)  per ristabilire dopo anni la legalità ed eliminare il degrado d’immagine e igienico sanitario nel centro turistico di Viserba”.

Ex Hotel Aurum, "dormitorio per sbandati": tutto è rimasto fermo - Foto 1